9 novembre 2007

Costatine di agnello alla mostarda



Non avrei mai immaginato che l'agnello mi sarebbe piaciuto cosi' tanto. Sara' stato merito dell'occasione speciale in cui l'ho degustato (e divorato) la prima volta o della bravura dello chef che l'ha preparato, fatto sta che ieri mi sono azzardata a cucinarlo per la prima volta.
La mia ignoranza sulla preparazione dell'agnello, nasce dal fatto che questa carne non e' mai stata presente sulla tavola della mia famiglia ( e parlo dell'intera banda di 50 familiari, tra cugini, zii e company!!!), tutti buongustai e ... tradizionalisti. Ognuno si cresceva il proprio maialetto, le galline (per le uova) e i polli, i conigli, i tacchini; la carne di manzo o vitello la si procurava dall'amico contadino, quindi diciamo la "necessita'" di mangiare l'agnello non si poneva. Anzi, ora che mi ricordo, l'unico zio che apprezza ancor oggi capretto o agnello (soprattutto a Pasqua) e' originario della Puglia, e per lui l'agnello e' una carne piuttosto comune da mangiare.
Comunque, ritornando al punto... ieri, girovagando tra gli scaffali al supermercato, il mio occhio e' volato su queste costatine di agnello e memore dell'esperienza sublime di cui ho accennnato sopra, le ho comprate. Per la ricetta mi sono ricordata di una preparazione che ho visto in Tv di recente" sembrava semplice ma gustosa. E cosi' andando ad occhio con gli ingredienti, sono riuscita a cucinare finalmente l'agnello e sono rimasta veramente entusiasta, sia per la riuscita (pensavo di bruciarlo o di nno cuocerlo affatto!), sia perche' e' un piatto che nella sua semplicita' si presta benissimo per una cena o pranzo formale (ovviamente a patto che gli ospiti gradiscano questo tipo di carne... conditio sine qua non!!!).


Ingredienti per 2

500 gr costatine di agnello in un pezzo (sono 4 costatine in tutto)
2 cucchiai abbondanti di mostarda di Djon
1 cucchiaio di aglio tritato
2 rametti di rosmarino tritati
sale q.b.

Preriscaldate il forno a 225 C.
Mescolate la mostarda con l'aglio e il rosmarino (se volete un aspetto meno grezzo frullate gli ingredienti insieme).
Salate le costatine da entrambi i lati e spalmatele completamente con la mostarda.
Mettete le costatine in una padella che possa andare in forno con la parte delle ossa rivolta verso il basso.
Infornate e cuocete per 40 minuti (medium rare); togliete dal forno, coprite con un foglio di alluminio e fate riposare 10-15 minuti prima di affettare la carne (in questo modo i succhi della carne si ridistribuiranno equamente all'interno delle costatine; se le tagliasse subito, andrebbero invece persi).
Le ho servite con 1 cavolfiore viola, sbollentato per 1 minuto e poi passato in padella con olio, 1 cucchiano di pasta di acciughe, 1 cucchiaino di aglio tritato e una manciata di olive nere kalamata tagliate a rondelle. Fate cuocere, lasciandolo leggermente al dente.

4 commenti:

  1. Bel blog... ci sono capitata per caso!!
    Adoro l'agnello e questa ricetta è veramente gustosa...

    Se ti va passa a trovarmi, aspetto il voto x il sondaggio che ho aperto (chiuderà stasera a mezzanotte)!
    Ciao :))

    RispondiElimina
  2. Ciao Cipolla e benvenuta! Anche il tuo blog e' proprio carino (passata e votato!!!!)

    RispondiElimina
  3. ottima ricetta, che se ricordo bene è un classico della cucina top francese, e se ricordo bene non và rosmarino ma erba cipollina ciao ciao

    RispondiElimina
  4. Ciao Marcella; penso anch'io che si tratti di un classico della cucina francese, ma io penso di averne visto - e riprodotto- la versione americana! Pero' ti assicuro, il rosmarino ci sta proprio bene! La prossima volta, perovero' con l'erba cipollina. GRazie del suggerimento

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!