3 novembre 2007

Trout meuniere amandine on cedar plank

Ieri sera mio marito e' rientrato da una partita di pesca, riportando con se' dei bellissimi filetti di pesce fresco. Siccome sono una fanatica del bbq – e lo si sara' ormai capito !!! – ho pensato di cucinarli alla griglia, ma mi andava di sperimentare, allo stesso tempo, qualcosa di nuovo. E siccome tra i vari filetti di pesce, c'erano anche quelli di trota, ho pensato di preparare la Trota meuniere amandine, uno dei piatti chiave della cucina creola, grazie all'abbondanza di pesce dal vicino Golfo del Messico.




Uno dei pescatori con la preda: redfish



In realta', il metodo meuniere e' un classico della cucina francese, riadattato nella colonizzata Louisiana, la quale prima ha sostituito la trota al posto della sogliola (sole meuniere) e poi vi ha aggiunto delle mandorle o talvolta anche pecan.
Il metodo meuniere (termine che letteralmente "moglie del mugnaio") consiste principalmente nell'infarinare il filetto di pesce e poi cuocerlo in abbondante burro, limone e prezzemolo.
Nella mia versione ho lasciato inalterati gli ingredienti principali, ma ho adottato un metodo di cottura piu' particolare: la cottura alla griglia su una tavoletta di legno di cedro.
La cottura su tavolette di legno aromatiche (cedro, melo, ciliegio, acero, quercia i piu' comuni) permette di aromatizzare e "affumicare" delicatamente qualsiasi tipo di cibo, ma e' particolarmente adatto per i filetti di pesce. Infatti, il sapore delicato del pesce non viene assolutamente coperto dall'odore del legno bruciato, che invece rilascia un tenue e piacevole aroma.


Per questa ricetta, non ho una lista di ingredienti precisi, perche', come faccio la maggior parte delle volte, afferro quello che c'e' in frigo o in dispensa e cucino; pero' in questo caso, veramente e' questione di regolarsi a gusto personale per la quantita' degli ingredienti da usare.

Procedimento
per 2 persone: piatto unico;per 4: come seconda portata)

Immergere per almeno 1 ora, due tavolette di legno di cedro in acqua (da fare in anticipo)
Nel frattempo, mentre il marito si prende cura del bbq, sciacquare i 4 filetti di trota e asciugarli con carta assorbente. Insaporire i filetti con succo di limone, sale, pepe e spennellarli con burro fuso.
In un padellino far sciogliere 2-3 cucchiai di burro e farvi tostare una manciata di mandorle.
Quando il marito urla che il fuoco e' pronto; disponete 2 filetti su ogni tavoletta, distribuitevi un po' di prezzemolo tritato e coprite con le mandorle e il burro sciolto. Cuocete 15 minuti, mettendo le tavolette non a contatto diretto con la fiamma e coprendo il bbq con il coperchio, cosi' da creare una cappa di calore.
Per chi non avesse il bbq, si puo' optare per la cottura al forno, mettendo pero' le tavolette su una piastra per biscotti (anche se l'effetto affumicato sara' molto piu' attenuato).
Servire direttamente sulla tavoletta. Io li ho accompagnati con asparagi bianchi e bok choy irrorati di olio e grigliati.
Se poi ci aggiugnete un ottimo bicchiere di vino bianco ben freddo, precisamente il Fleur de Bernon, allora il risultato e' decisamente migliore!!!!





Questa ricetta partecipa alal raccolta di Salsa di Sapa : Ricette degli anni 80 rivisitate



8 commenti:

  1. molto interessante non conoscevo l'esistenza delle tavolette buona domenica

    RispondiElimina
  2. Delisioso il mondo in cui hai cucinato questo pesce!! Bè ma del resto tu sei una cuoca nata!!!

    RispondiElimina
  3. sembra buonissimo...noi alla fine facciamo sempre la carne alla griglia, ma solo perche' qui a dallas non e' facile trovare buon pesce...

    RispondiElimina
  4. Ma che bei pesci!!! :-)
    e i tuoi fileti hanno una faccia davvero golosa!!
    :-)))

    RispondiElimina
  5. Caravaggio: e' una cosa che ho scoperto anch'io da poco!

    Dolcetto: ti ringrazio del complimento, ma il merito e' degli ignredienti!

    Nonsisamai: anche qui non e' facile, a meno che non paghi il pesce a peso d'oro.

    Sandra: grazie mille!

    RispondiElimina
  6. Ciao Imma, da un po' che non commento, non è sempre facile da te! Comunque ti seguo e, anche se non riesco a riprodurre le tue favolose ricette, certi tuoi suggerimenti mi tornano utili al momento opportuno! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Bellissima idea questa di cuocere il pesce su tavolette di legno! Devo assolutamente prenderne nota ovvero, leggi: scopiazzare di brutto! :D
    Mi piace a volte stupire gli amici con ricette particolari e questa è davvero semplice ma d'effetto... Grazie e a presto! Solo mi serve un consiglio: dove le prendi le tavolette? direttamente in falegnameria? di nuovo! Abbracci!

    RispondiElimina
  8. imma! ma questa ricetta è PERFETTA per la raccolta!!!!!!!! :D la cottura sulla tavoletta di legno mi è piaciuta da impazzire! GRAZIE MILLE :D

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!