30 settembre 2007

MEME: 8 FATTI CHE MI RIGUARDANO

La MEMEMANIA continua ad impazzare!!! Su invito di Saffron,Jelly, Anna, Giu&Cat e Il Tortellino (le quali ringrazio perche' e' il mio primo invito ufficiale su multipla scala!!!! E mi scuso per il ritardo con cui ho risposto!!!), sono praticamente "costretta" a raccontarvi qualcosa di me!!!!

  1. Caffe': sono una caffeina-dipendente!!!! Lo si sara' comunque gia' capito dalla scelta del nome del blog! Mi piace il caffe' sotto tutte le forme, di qualsiasi nazionalita' purche' forte e, possibilmente, bevuto in compagnia. Infatti, penso che quello che mi piace di piu' del caffe' e' il concetto dello sharing, e' il momento delle chiacchiere. quando torno in Italia e vado a far visita a parenti e amici, la prima cosa che mi chiedono e' "Vuoi un caffe'?" e poi viene il resto... In fondo questo blog e' un po' come la mia pausa del caffe' durante lo scorrere della mia giornata.


  2. Phoebe: la mia bellissima gatta texana, proud and wild, proprio come la terra in cui e' nata. E' stata adottata qui ed e' stato uno dei regali di laurea da parte di mio marito, che ha cercato di sopperire al vuoto che avevo dopo la perdita del mio amato gatto (italiano) Ciccio, che era la fotocopia di Phoebe.


  3. Collezioni: sono una collezionista sfegatata di tutto cio' che ... occupa spazio!!! La mia collezione preferita, a parte i magneti che definirei piu' un'ossessione vera e propria, e' quella delle sorprese delle uova kinder. Ma non tutte le sorprese, solo le famose serie di animali "umanizzati". Ve li ricordate i Leoventura o le Tartallegre? Beh diciamo che ho circa 300 pezzi (o forse qualcosa in piu'...)... Mi sono fermata non per scelta, ma perche' qui non si trovano nemmeno a pagarli oro!!!

  4. Odio: ipocrisia e raccomandati (quelli che sono capaci solo di prendersi i soldi a fine mese, ma non se li guadagnano perche' troppo stupidi)! Niente di nuovo, lo so, mi aggiungo al gruppo...

  5. Traguardi: uno che non pensavo di raggiungere mai, quello di poter parlare un'altra lingua (per timidezza, mi riusciva difficile provare a parlare inglese ai tempi della scuola); uno che mi auguro di raggiungere, tornare a vivere in Italia al piu' presto.

  6. Sogni nel cassetto: provare l'ebbrezza di lavorare in un ristorante vero, dove l'adrenalina ti scorre nelle vene tutto il tempo... Lo so e' da pazzi, ma la passione e' tanta.

  7. 7. Banalita': sono un'appassionata dei reality shows, quelli che si trascinano per settimane, quelli che sembrano raccontarti una realta' vera, ma che invece sono piu' finti delle storie dei Power Ranger!
8. Guido: last but not least, mio marito che conosco da quando avevo 15 anni. Non eravamo fidanzati allora, ma era il mio compagno di banco e per me era il mio migliore amico. Non avrei mai pensato che un giorno l'avrei sposato!


Ora, il meme non finisce mica qui. Ci sono regole ben precise, ovvero:


- parlare di otto fatti a caso che riguardino se stessi in un post specifico, (JUST DONE!)
- scegliere altre otto persone da invitare a partecipare al meme, avvisandole ovviamente

- scrivere le regole nel meme postato


Pertanto, le mie nomination sono:


1. Carmen di The Swan Cake
2. M. Giovanna di Passione e cucina
3. Miti' di Placida Signora
4. Lo spazio di Dea
5. Nonsisamai
6. Vaniglia di Cioccolato&vaniglia
7. Lalla di Profumo di Sicilia
8. La coniglia

Adesso, passo la palla agli altri... Su raccontatemi qualcosa!!!!

Menu’ d’autunno

Ispirata dai colori e dai profumi dell'autunno, ormai giunto anche qui da me in Texas, dove solitamente l'autunno e' quasi inesistente, ho ideato e cucinato questo menu', cercando di usare appunto ingredienti tipici di questa stagione (che tra l'altro e' la mia preferita!).
Le ricette non sono tutte farina del mio sacco, ma ho ricevuto molti spunti da blog e forum dove di solito navigo, apportato modifiche piu' o meno "drastiche"!!!
E, modestia a parte, per la prima volta sono totalmente orgogliosa di cosa ho messo in tavola, perche' ... sapete quando pianificate un menu' o un piatto in tutti i dettagli, ma poi quando il prodotto e' finito non e' mai come ve l'eravato immaginato? Beh, in questo caso, ripeto per la prima volta, sono riuscita ad ottenere quello che mi ero proposta.
Il menu' e' per 6 persone.


Fichi brulee'




12 fichi freschi
24 pezzetti di asiago stagionato
miele q.b.

Tagliare i fichi a meta'; mettere su ogni meta' un pezzzetto di asiago e col cannello bruciacchiarlo leggermente (poco prima di servire). A questo punto - NON FATE ASSOLUTAMENTE COME ME CHE HO DIMENTICATO DI FARLO!!! - fate colare qualche goccia di miele sul formaggio e servite.

Crumble di zucca e porri



550 gr di zucca, cotta al forno
2 porri, puliti e tagliati a rondelle sottili
100 gr asiago
olio
sale & pepe

Topping:

20 gr parmigiano
100 gr di crusca

80 gr burro morbido

6 fette di bacon (infornate a 170 gr C finche' croccanti)

Fate rosolare i porri in padella con un po' di olio, finche' divntano dorati. Aggiungetevi la zucca cotta e leggermente schiacciata e insaporite con sale e pepe. Fate cuocere 5' minuti, poi rimuvete dal fuoco e fate raffreddare.
A questo punto, aggiungete il formaggio tagliato a dadini, mescolate bene e riempite dei ramekin in ceramica.
Mescolate il burro alla crusca e al parmigiano, ottenendo delle briciole, con le quali dovete coprire i singoli crumbles. Infornate a 180 gr per 20 minuti, finche' il topping diventera' dorato.

Adattata dal Cavoletto

Cavatelli di castagna al radicchio e gorgonzola

Per la pasta:
350 gr farina di castagne
350 gr farina di semola
sale
4 uova
acqua tiepida, mezzo bicchiere

Per il condimento:
1 cespo di radicchio
200 gr gorgonzola
100 gr burro

Par fare i cavatelli, ho impastato tutti gli ingredienti; ho fatto riposare la pasta per un'oretta, poi con la macchinetta dei cavatelli ho fatto la pasta.
Per i condiomento: ho sciolto il burro in padella; vi ho aggiunto il radicchio e ho fatto rosolare; prima di gettarvi la pasta scolata ho aggiunto il gorgonzola nel radicchio per farlo sciogliere leggermente. Una spolverata abbondante di pepe prima di servire et voila'!!!

Arrosto all'uva


1 un arrosto di maiale kg. 1,500
12 fettine di pancetta affumicata

12 cipolline
un grosso grappolo di uva rossa
4 foglie di alloro
vino bianco secco
3 chiodi di garofano
4 bacche di ginepro
olio evo – sale – pepe.

Avvolgere l'arrosto con le fettine di pancetta e legarlo, poi rosolarlo in pochissimo olio in un tegame antiaderente; appena la carne è dorata irrorarla con un bicchiere di vino e far evaporare. Mondare le cipolline, lavarle, asciugarle e aggiungerle alla carne. Staccare i chicchi di uva dal graspo, lavarli e asciugarli, poi tagliarne la metà in due parti e levare i semi. Aggiungerli tutti alla carne, unire le foglie di alloro, i chiodi di garofano e le bacche di ginepro quindi salare e pepare. Far cuocere a fiamma moderata, coperto, per circa due ore, irrorando, di tanto in tanto con il sugo di cottura e aggiungendo dell'acqua, girando la carne ogni 15 minuti in modo che non attacchi. Eventualmente schiacciare con la forchetta i chicchi di uva tagliati a metà perché rilascino meglio il succo. A cottura ultimata far raffreddare la carne, quindi slegarla e affettarla mettendola in una pirofila. Togliere le foglie di alloro, le bacche di ginepro e i chiodi di garofano. Passare uva e cipolline con il sugo di cottura al setaccio o al passaverdura sul disco più fine, poi versarlo sopra le fette di carne.

Ho accompagnato l'arrosto con broccoli saltati in padella con aglio, olio e peperoncino!!!

Ricetta di Dida


Tortini al cioccolato con crema inglese


Premessa: ci sono tantissime ricette di questo dolce strepitoso; io ci ho messo un bel po' prima di trovare quella adatta a me. Ne ho provate diverse e questa e' quella che mi e' riuscita al primo colpo!!!!

110 gr di cioccolato fondente
80 gr di burro
90 gr di zucchero
2 uova
20 gr di farina + un po' per gli stampini
½ tazzina caffe' espresso

Imburrare e infarinare quattro stampini monoporzione e metterli in freezer.
Sciogliere molto delicatamente il cioccolato a bagnomaria con il burro aggiungere lo zucchero e amalgamarli completamente mescolando con una frusta. Aggiungere il caffe'.
Lasciare raffreddare qualche minuto tanto da poter incorporare le uova, senza far impazzire la miscela, mettendole uno alla volta. Infine aggiungere la farina setacciata.
Distribuire il composto negli stampini e metterli nel freezer lasciandoveli almeno quattro ore.
Poco prima di servire il dolce, riscaldare il forno a 220° e infornarvi i tortini ancora congelati, cuocendoli per 8 - 10 minuti, finchè l'esterno sarà cotto mentre l'interno resterà morbidissimo.
Se volete prepararli con largo anticipo, e tenerli più a lungo (20 ore o più) in congelatore portare la cottura a 15 - 20 minuti. Saranno pronti, quando lievitano leggermente formando la crosticina cotta.

Adattata da Kucinare

Per la crema inglese:

4 tuorli
2,5 dl latte
150 gr zucchero
1\2 baccello di vaniglia

Portare ad ebollizione il latte con il baccello di vaniglia aperto a meta', poi eliminare il baccello. Lavorare in una bastardella (o polsonetto: deve poi andare sul fuoco) i tuorli con lo zucchero, unire il latte bollente a filo. La crema a questo punto va posta sul fuoco (non alto). La crema e' pronta quando "vela" il cucchiaio, non deve assolutamente bollire. Passarla al setaccio per evitare grumi. Tenere da parte.

Ricetta presa da
Gennarino


For the English version... I need few days, please!!!

23 settembre 2007

Tagliatelle fresche con ragu' di cervo

Pochi giorni fa ho cucinato per la prima volta con la carne di cervo. Dopo aver rimosso dalla mia mente l'immagine di Bambi, ho pensato a come potessi cucinare la carne, ma non so perche' ho avuto una specie di blackout (forse era Bambi che cercava di distorgliermi dal progetto!!!). Cosi' ho chiesto aiuto al mio Forum perferito, Amici in cucina, dove ZeroVisibility mi ha consigliato di fare un ragu' per condirci delle tagliatelle. L'idea mi e' piaciuta tantissimo e, quindi, eccolo qua (con le mie modifiche):


250 gr carne di cervo macinata
250 gr di carne di cervo per salsiccia (piu' grassa)
1 bicchiere di spumante
700 gr polpa di pomodoro
1 manciata di porcini secchi, reidratati in acqua
1 cipolla grande, tritata
200 gr carote, tritate
200 gr sedano, tritato
noce moscata
cannella macinata
bacche di ginepro
pepe di giamaica
3 foglie di alloro
sale & pepe
olio di oliva


Far riscaldare pochi cucchiai d iolio in una larga pentola. Aggiungere cipolla, carote e sedano e far soffriggere. Aggiustare di sale e pepe.
Aggiungere la carne macinata e far rosolare; aggiungere lo spumante e far evaporare. insaporire di nuovo con sale e pepe (preferisco insaporire per strati quando cuocio salse a lunga cottura). Aggiungere le spezie secondo il gusto personale e mescolare bene.
Prima di versarci la polpa di pomodoro, aggiugnere i porcini con la loro acqua e far evaporare l'acqua; infine, aggiungere la polpa del pomodoro, insaporire per l'ultima volta con sale e pepe e far cuocere per un'oretta abbondante.




Per le tagliatelle fresche:

900 gr farina di semola
sale
8 uova

Lavorate la farina di semola con il sale e le uova. Se l'impasto risultasse troppo asciutto aggiungete un altro uovo. A me l'impasto si e' preso solo 8 uova. Fate riposare l'impasto una mezz'oretta, poi stendete - ovviamente io mi avvalgo di Nonna Papera modernizzata - la pasta in lunghe strisce e poi, sempre con la mitica Nonna Papera, proseguite e tagliate le strisce in tagliatelle.

Portate a bollore una pentola con abbondante acqua salata. Cuocervi le tagliatelle per un minuto e conditele col sugo di cervo, irrorandole con parmigiano grattugiato!

Nota: La quantita' prevista e' per piu' di 10 persone!!!!


Ragu' sauce is a very traditional Italian dish; usually it is served on Sunday for the big family lunch or for any special occasion, really! The only difference in this recipe is the choice of meat: instead of beef and/or pork I've used deer/venison ground meat. The taste is more delicate and actually is not gamey at all. Actually the spices used in this recipe will help to add a sort of sweetness to the meet and balance the acidity of the tomatoes.We served the ragu' sauce with fresh homemade tagliatelle pasta (they look like fettuccine); you can either make at home or buy in any grocery. Or you can choose annother kind of pasta.

Deer Ragu' Sauce


500 gr ground deer meat
200 gr chopped carrots
200 gr chopped celery
1 large onion, chopped
3 bay leave
1 glass of sparkling wine
100 gr dry mushroom, soaked in hot water
700 gr tomatos puree
salt and pepper
cinnamon, allspice, juniper berries, nutmeg to taste

Heat few tablespoon of olive oil in a large saucepan. Sti in the mirepoix (carrot, celery adn onion) and seasno with salt and pepepr. Stir in the meat and let saute' untl cooked. Pour in the wine and let evaporate. Season again. Add the spices, the mushroom with their water and the tomatoes. Season again. Let cook for 1 hour -1 1/2 hours.
Bring to boil a large pot with salty water; cook the pasta; drain well and dress it with the sauce.

For homemade fresh pasta:

900 gr semolina flour for pasta
8 eggs
salt as needed

Mix all the ingredients well; let rest the dough for at least 30 minutes. Roll a piece of dough in a long stripe - I use the electric pasta machine roller - and the with the fettuccine attachment, from the stripe make tagliatelle/fettuccine. You can let them dry or use immediately!

Note: this amount will serve at least 10 people!

19 settembre 2007

Il mio nuovo BARBIE!!!!

Si avete capito bene, ho un nuovo Barbie!!!! No, non parlo di questa Barbie...

... ma di questo:

il mio nuovo barbeque, che e' rimasto nel suo scatolone per oltre un anno (per motivi vari) prima che finalmente potesse vedere la luce!!!

Come avrete capito, ADOOOORO il BBQ, lo considero un'ottima alternativa ai metodi di cottura tradizionale ed e' inoltre molto versatile. Se si ha fantasia, e' anche possibile cucinare un intero pranzo alla griglia, dall'antipasto (fichi grigliati avvolti nel prosciutto, per esempio) al dolce (pesche grigliate con miele e cannella, accompagnate da gelato alla vaniglia).

Il re del BBQ in famiglia e' Guido, mio marito, con la premessa ch qui nel Texas il bbq e' "cosa di uomini" (siamo ritornati ai tempi preistorici, quando l'uomo cacciava e "procurava" il fuoco???). Anyway....

La sua specialita' gli hamburger:

qui servito con funghi portobella alla brace, cipolle grigliate e pomodori (poi mostarda e ketchup sono facoltativi). Per "contorno" poi avevo fatto un'insalata di pasta, invece delle patate fritte o dell'insalata di patate, che solitamente accompagnano l'hamburger.

Siccome siamo stati raggiunti da una coppia di amici, ho preparato, o dovrei dire allestito, un velocissimo appetizer da gustare mentre aspettavamo che gli hamburger cuocessero, ovvero baby brie con gelatina all'arancia e rosmarino con crostoni aromatizzati e uva fresca

e per dolce (potevo mai finire una cena, seppure all'aperto e a base di hamburger, senza un pizzico di zucchero?) una ricca fondue al cioccolato da servire con fragole e marshmallows, preparata all'ultimo minuto.

Come vederte, basta poco per passare una piacevole serata: un po' di carbone, qualcosa da grigliare, ottima compagnia e... una birra ghiacciata!!!!

I introduce you my new Barbie! Not the doll, but my gorgeous BBQ.

Finally, after more the one year, we pull it out of the box and use it!!! As you already know, I really love bbq, because is a very versatile cooking method and it's fun too. You can cook a whole meal, from the appetizer (prosciutto wrapped fig on the grill) to the dessert (grilled peaches with honey and cinnamon).

Saturday, it was our first week in this house, since we moved. And we decide to take it easy and have a nice bbq. Lisa and John, our friends, came at the house adn we had a little dinner around the swimming pool (the house was still a disaster!!!). We had an apeetizer, while waiting for the hamburger, something I just arrange in the plate, easy and tasty, that is baby brie cheese topped with orange and rosemary jelly , served with garlic croutons and fresh grapes.

Then my husband Guido took care of cooking the hamburger (it look likes in Texas. or anywhere in the South of the States, BBQ is for men!!! I don't know you, but this remind me when the men use to hunt and get the fire... during the prehistoric age!!!!). we served them with Portobella mushroom and onions (both grilled); pickles and ketchup and mustard. On the side a fresh pasta salad, instead of the usula fries or potato salad.

And, of course, I couldn't miss the dessert: a rich and warm chocolate fondue with strawberries and marshmallows!!!

As you can see, it's really easy spending a nice evening: few charcoals, somethingh to grill, wonderful friends and ... an iced beer!!!!

18 settembre 2007

Assaggiando... Philadelphia!!!!

Come alcuni di voi sapranno, sono stata in vacanza per un po' di giorni e ho girovagato tra Philadelphia (PA), Ocean Gate (NJ) e Atlantic City (NJ).
E' stata una vacanza un po' atipica, lo ammetto, stranamente veloce, tanto che non ho neppure avuto il tempo di assaporare quei momenti mentre li vivevo! Meno male avevo la macchiana fotografica! E, seppure non abbia fatto molte foto, e quelle che ho fatto non siano dei veri e propri capolavori, riguardando le immagini mi pare di essere di nuovo la' e questa volta ho tutto il tempo di godermi quel che ho davanti...



Ora, potevo mai tornarmene da la' senza una ricetta tipica???? NOOOOOO!!! Non sarebbe stato da me. Prima pero ho dovuto accertarmi con le mie papille gustative del prodotto originale, per poi potermi procurare la ricetta e proporvela.


Sto parlando ovviamente del ...



Philly cheesesteak sandwich





Si tratta di un panino lungo farcito con carne di manzo affettata sottilissima e cotta, cipolle a rondelle ben grigliate e formaggio sciolto, preferibilmente il CHEESE WIZ (una crema di formaggio cheddar). Si dice che sia stato inventato nel 1930 a Philadelphia, nella zona sud dove risiede la maggior parte della comunita' italiana, da Pasquale - detto Pat - Olivieri e suo fratello Harry nella zona sud di Philadelphia; invece l'aggiunta del formaggio e' da attribuire invece a Joe Vento da Geno, che vi aggiunse il formaggio nel 1952. Tra i due c'e ancora oggi una competizione vivace, pari a quella di due squadre di calcio con tifosi a carico (del resto sono di origine italiana, no?), su chi dei due produca il miglior sandwich!!!

Il sandwich e' di una semplicita' assurda, sia nell'uso degli ingredienti, sia nella preparazione; ma il sapore e' ricco e gustoso. Alcune varianti recenti prevedono anche l'aggiunta di funghi o peperoni dolci grigliati, anche se i puristi arricciano il naso al solo sentirne parlare!

Cosi' direttamente dal website dell'inventore, ecco la ricetta:

The Original Pat's King of Steaks - Philadelphia Cheese Steak recipe


Serves 4 - Per 4


24 oz thin sliced rib eye or eye roll steak - 700 gr di bistecca di manzo, affettata sottilmente

6 tablespoons of oil - 6 cucchiai di olio

Cheese {we recommend Cheez Whiz®} American or Provolone works fine - crema di formaggio Cheez Whiz o provolone

4 crusty Italian Rolls - 4 panini oblunghi

1 large Spanish onion - 1 cipolla grande

Optional
sweet green and red peppers sautéed in oil - peperoni verdi e dolci soffritti
Mushrooms sautéed in oil - funghi saltati con un po' di olio

Assembly
Heat an iron skillet or a non stick pan over medium heat. Add 3 tablespoons of oil to the pan and sauté the onions to desired doneness. Remove the onions. Add the remaining oil and sauté the slices of meat quickly on both sides. Melt the cheez Whiz® in a double boiler or in the microwave. Place 6oz. of the meat into the rolls; add onions, and pour the Cheez Whiz®; over top garnish with hot or fried sweet peppers, mushrooms, ketchup (optional).

Put on the theme song to the first Rocky movie and enjoy!

In una padella antiaderente, riscaldate 3 cucchiai di olio e cuocete le cipolle finche' sono rosolate. Togliete le cipolle dalla padella; aggiungete il restante olio e rosolate la carne velocemnte su entrambi i lati. A parte sciogliete la crema di formaggio o il provolone. Mettete 175 gr di carne nel panino; aggiungete le cipolle e coprite col formaggio fuso. Se volete, i peperoni o i funghi cotti.

Da addentare mentre si ascolta la colonna sonora di Rocky!!!!


Few weeks ago I've for few day in Philly and arounds! The vacation was so fast that I didn't quite capture all that I saw during my trip. Thanks God, I had my camera with me, so now I can relax and enjoy the images dearest to me, the ones I'm sharing with you.

And since I love cooking, I could have left Philadelphia without tasting the Philly Cheesesteak sandwich? And of course I had to have the recipe...

I've been lucky enough to find the recipe on thewebsite of the creator of this delicious sandwich, that is Pat, or Passquale Olivieri, who created it in the 1930s. But only in 1952 the cheese was added by Pat's fierest competitor Geno, who topped each sandwich with melted Cheese Wiz.

If you live far from Philly and you are in the mood for a aPhilly cheesesteak, just try this recipe at home: easy, fast and.... delicious!!!!!

Torta Truffle

Andando a controllare l'indice dei miei posts, ho scoperto che avevo scritto questo post tempo fa, ma non l'ho maio pubblicato!!! La torta era stata creata per Tracy, per il suo compleanno, qualche mese fa... ed ora finalmente mi sono ricordata di pubblicarla!!!!
Io non sono un'amante del cioccolato, ma questa torta e' l'unica di cui mangio volentieri due fette, o forse anche tre... E persino mio marito, che preferisce il salato al dolce, non dice mai di no di fronte a questa cioccolattosa torta!!! Provare per credere.



Ingredienti:

per la base:

5 uova
175 g di zucchero
110 g di farina
35 g di polvere di cacao
6 g di lievito in polvere
60 g di burro fuso

per la mousse:

2 albumi,
2 tuorli,
60 g di zucchero,
200 g di cioccolato fondente fuso,
50 g di acqua tiepida (io ho messo del caffe' caldo)
250 g di panna montata

200 gr dulce de leche
ganache al cioccolato q.b.
sciroppo al rum (acqua e zucchero in parti uguali - 50 gr -, fatti bollire e poi aggiunta di rum a piacere) 100 ml

Per la base: sbattete le uova - non fredde di frigo - insieme allo zucchero. A parte mescolate la farina alla polvere di cacao e al lievito in polvere: a questo punto potete aggiungere il composto ottenuto alla crema di uovo e zucchero precedentemente preparata.
Incorporate il burro fuso e versate il composto nella tortiera (di 24 cm). Mettete in forno caldo a 200° per 30 minuti circa. Terminata la cottura togliete il dolce dalla tortiera, dividetelo a metà orizzontalmente in modo da ottenere due dischi di 1 cm di spessore. Avrete in questo modo ottenuto la base e lo strato intermedio della Torta Truffes.

Per la mousse: montate a neve ferma gli albumi con metà dello zucchero e usate l'altra metà per montare i tuorli. A questo punto mescolate l'acqua tiepida (o il caffe') al cioccolato che avrete nel frattempo fuso in modo da rendere la crema più liquida e aggiungetela ai tuorli; mescolate bene, quindi incorporate anche gli albumi montati. Solo alla fine aggiungete la panna montata.

Assemblaggio: prendete il primo dei due dischi ponetelo in uno stampo alto circa 4 cm.Spennellatelo con meta' dello sciroppo al rum; spalmateci il dulce de leche; coprite con la mousse al cioccolato che avete preparato; mettete sopra la mousse il secondo disco di pan di Spagna inumidito con lo sciroppo. Coprite con una ganache al cioccolato.

Mettete in frigo per almeno un paio di ore, prima di sformare la torta. Si puo' persino fare qualche giorno in anticipo e congelare. La si lascia scongelare in frigo prima di servirla.

Un suggerimento per tagliare la torta: bagnate la lama del coltello in acqua e pulite la lama ogni volta che tagliate una fetta.


Ricetta tratta e legermente modificata da: http://www.chocotravels.com/ricette.html



I've completely forgot to publish this post. It has been in my post's list for months now. And today, while I was reviewing my index list... I saw that it was still a draft. So... here it is my Truffle Torte, the best chocolate cake ever!!!

For the cake:

5 eggs - 175 g sugar - 110 g flour - 35 g cocoa powder - 6 g baking powder - 60 g melted butter

For the mousse:

2 egg whites - 2 yolks - 60 g sugar - 200 g di semisweet chocolate - 50 g hot coffee - 250 g whipped cream

200 gr dulce de leche* - ganache al cioccolato as needed

100 ml rum syrup (boil 50 ml water with 50 gr sugar; add rum to taste)

For the cake: whip the eggs with the sugar until doubled in volume. Aside sift flour, cocoa and baking powder and add to the egg batter mixing gently. Pour in the butter and mix well. Bake in a greased and floured baking pan (9 inches diameter) at 350 F for 30 minutes. Remove from oven and let it cool.

For the mousse: beat the yolk with half of the sugar; melt the chocolate with the hot coffee and add to the yolks mixture. Beat the egg whites with the rest of the sugar and add to the chocolate mixture. Mix gently and finally fold in the whipped cream.

Assembly: cut the cake in half horizontally. On the bottom of a baking pan put the first layer of cake. Brush it with half of the syrup. Spread on top the dulce de leche. Make a layer with the mousse e cover the mousse with the remaining cake. Drizzle with syrup. Spread the top with the chocolate ganache. Refrigerate for few hours before serving. It can also be frozen few day in advance and let it thaw in thwe refrigerator the day you need it.

*Available in Latino markets.

15 settembre 2007

Squisito: Premio Blog Cafè 2007

In occasione di Squisito, evento che si terrà dal 28 al 30 settembre all'interno della comunità di San Patrignano in Romagna, si rinnoverà l'appuntamento del Blog Cafè, nel corso del quale saranno segnalati i migliori blog di enogastronomia italiani.

Le categorie in concorso sono sei:

  1. il Migliore blog di ricette
  2. il Blog dei blog
  3. il Migliore blog di un cuoco professionista
  4. il Migliore blog del vino (esclusi i siti delle cantine)
  5. il Migliore blog per le fotografie
  6. il Migliore blog dell'anno (il blog che più ha stupito tra quelli messi in rete tra il 1° gennaio e il 31 agosto 2007)

Se volete votare per questo blog, dovete semplicemente cliccare sul logo sottostante! Mi raccomando votate!

BlogCafe

Between September 28-30, in Ravenna there will be a wonderful culinary event called Squisito!, during which the best blog will be elected. Actually, there are six categories:

  1. the best blog in general
  2. the best recipes ' blog
  3. the best professional chef's blog
  4. the best wine's blog
  5. the best blog for the pictures
  6. the best blog of the year ( born between January 1 and August 31, 2007)

If you'd like to vote for me, just click on the icon in this post and leave your response on the bottom of the page that it will appear to you! I know, the article will be in Italian, but the form to fill will be in English! Thanks so much!



14 settembre 2007

Meme sulla cucina 3

Me lo avete chiesto e vi accontento: ecco a voi i miei magneti (non sto neanche piu' a contarli!!!)



Prima che traslocassi erano stati tutti accuratamente e amorevolmente incartati. Ora li ho esposti tutti, per il momento sul frigo, presto trovero' per loro un posto tutto speciale!!!!





Ogni magnete rappresenta qualcosa e il piu' delle volte sono stati l'espressione generosa e affettuosa di amici che mi hanno pensato durante i loro viaggi! Un grazie particolare a Tina, Carmen, Graziella, Angela, Luigi, Federica, Stefano e se ho dimenticato qualcuno... mi perdoni!!!!



As I told in a previous post, I collect magnets and I mean a lot of them!!!! Thanks to my friends' generousity and love, I've got magnets from all over the world and each of them has a special place in my heart. Thanks specially to Tina, Camen, Graziella, Angela, Federica, Stefano, Luigi and everybody else have contribuited to this crazyness!

I'm baaaaaaack!!!!!

Ciao a tutti!
Finalmente sono ritornata dalla vacanza, in realta' molto breve, ma intensa (di cui vi raccontero' in seguito...). Mi ci vorra' un bel po' ora per aggiornarmi e leggere i post dei miei amici blogger e forum vari, nel frattempo pero' ricomincio a scrivere!
La mia "scomparsa" dal blog e' stata causata tuttavia dall'ennesimo trasloco (il quinto in 7 anni!!!!) ed ora stanca, ma soddisfatta perche' la casa ha un aspetto quasi normale, posso ritornare a dedicarmi ai miei esperimenti culinari.
In realta', per il mio "rientro", mi sono tuffata sul tradizionale, sia perche' dovevo inaugurare il forno, sia perche' avevo bisogno di cucinare del comfort food, che mi confermasse la sensazione di stare a casa mia. Non so se mi spiego...
E a proposito di forno... no comment!!!! Sto combattendo con un cimelio di guerra!

Tuttavia i risultati non sono proprio da buttare.Ieri ho fatto sia un dolce, una ricetta di famiglia, detto appunto il panettone della nonna, sia il pollo al forno. Sono ricette semplici, anzi direi quasi non ricette, ma - come dicevo - i profumi e i sapori di questi piatti mi danno l'idea della casa, il senso di calore della famiglia, il ricordo dei pranzi domenicali.

Panettone della nonna


4 uova intere
12 cucchiai (da minestra) zucchero
16 cucchiai farina
1 bicchiere latte
4 gusci di olio di oliva
1 bustina di lievito vanigliato
chicchi di cioccolato alla menta
1 cucchiaino di estratto di menta

N.b. la ricetta di mia nonna prevedeva scorza di limone al posto della menta e non includeva il cioccolato.

Sbattere le uova con lo zucchero (mia nonna, e mia madre ancora oggi, usava la forchetta!!!), aggiungere la farina, il latte, l'olio (usando mezzo guscio di uovo, dopo che lo si e' rotto) e il resto degli ingredienti, mescolando bene. Dovrete ottenere un composto liscio, non molto liquido. Versate in uno stampo per ciambella, imburrato ed infarinato.
Infornate nel forno preriscaldato a 170-180 (dipende dal forno) per 25-30 minuti; verificate la cottura, con la fatidica prova dello stuzzicadente, dopo 25 minuti. Se e' cotto, ma ancora palliduccio, fatelo colorire per 5 minuti, poi spegnete il forno e lasciatevi il docle dentro per altri 10 minuti.
Per decorare, ho semplicemente sciolto del cioccolato al latte e l'ho fatto colare sui bordi del dolce.

Pollo al forno con pomodori gratinati

Lo so, lo so, ci sarebbero volute le patate al forno, come contorno, ma go preferito non cadere in tentazione... Comunque mi vergogno persino a metterla questa ricetta/non-ricetta. Chi e' che non sa fare il pollo al forno?


Per il pollo: allora, ho preso un bel polletto, l'ho strofinato con herbs de Provence e aglio tritato; l'ho spolverato di sale e pepe e irrorato con un goccio di olio e tanto succo di limonee poi... via in forno a 200 gradi per 1 1/2 circa, o finche' e' cotto e ben dorato.

Per i pomodori: ho tagliato dei pomodori nel senso della lunghezza; li ho spolverati di sale, pepe, parmigiano e origano. Un filo d'olio e via nel forno insieme al pollo , durante gli ullimi 20 minuti di cottura del pollo.

Con gli avanzi del pollo, questa sera ho preparato un'insalata di spinaci, pollo, pomodori, sale, pepe, olio e aceto balsamico. Se avessi avuto delle noci avrei aggiunto anche quelle!


Hello everybody! I hope you've missed me a little bit! I was supposed to start earlier to write again for this blog, but right after coming back from my vacation, we moved in a new house. And I'm just done with all the unpacking and I'm so ready to start to cook again!!!
By the way, did you see my "new" oven? It's just from a prehistoric age, but I'll try to do my best.

Actually, I've already start to bake a cake and roast a chicken, because I feel these mean comfort food for me; they remind me of my family and give me the sense of homeyness.
The recipe for the cake comes is from my grandmother. She used to whisk the ingredients by hand with the only help of a fork!!!!
The second recipe – actually I feel ashamed to present to you this non-recipe: who doesn’t know how to cook a chicken???!!!??? – is simply roasted chicken: no effort, but so much flavor.

Grandmother's cake

4 eggs
12 tablespoon (for soup) sugar
16 tablespoon flour
4 half empty egg shells filled with olive oil
1 glass milk
1 tablespoon/ 1/2 ounce baking powder
1 teaspoon mint extract
1/2 cup mint chocolate chips

The original version doesn't include chocolate or mint, but just lemon zest.

Beat the eggs with the sugar, until the sugar will dissolve; add the rest of the ingredient, mixing well. The batter has to be fluid, but not too liquid.
Pour it in a greased and floured bundt pan and bake - in a preheated oven - at 375 F for 25-30 minutes. Check with a toothpick for doness. It has to be golden brown; if after the baking time is still pale, let it cook 5 minutes longer, then turn off the oven and leave the cake inside for 10 more minutes.
To decorate: melt some milk chocolate and let it drop along the sides of the cake.

Roasted Chicken with roasted tomatoes


For the chicken: Rub a whole chicken with herb de Provence and fresh minced garlic; season with salt and pepper. Drizzle with a little bit of olive oil and a lot of lemon juice. Roast it a 400 F for 1 1/2 hour or until it's done and golden brown.

For the tomatoes:
cut some Roma tomatoes in half lenghtwise; put them in a baking dish; drizzle with olive oil; sprinkle with oregano, salt, pepper and grated parmesan cheese. Bake them in the same oven with the chicken during the last 20 minutes of the chicken cooking time.

With the chicken leftover; I've prepared a salad with fresh baby spinach, tomatoes, diced chicken, salt, pepper, olive oil and balsamic vinegar. If only I hade few walnuts; they would have been in the salad too!!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!