20 aprile 2008

No RUSH for breakfast!!!

Ieri siamo stati al concerto dei Rush-Rush , una rock band canadese degli anni '70. Devo ammettere la mia ignoranza in materia, io non li conoscevo prima di pochi mesi fa, quando mio marito, il  patito sfegatato della musica rock degli nni '70, ha comprato i biglietti. Fortunatamente mi ha convinta, perche' lo spettacolo e' stato totalmente travolgente: la voce del cantante e bassista Geddy Lee e' un qualcosa di meraviglioso, per me aveva un suono, una maliconia quasi gitana; passava da un tono di voce, dal falsetto al baritono, ad un altro, quasi come se ci fossero piu' persone a cantare allo stesso tempo, ed invece e'  la sola voce del gruppo. Per non parlare poi del talento del batterista Neil Peart(che mio marito a dir poco considera un dio sceso in terra! e non gli posso dar torto), nonche' del chitarrista Alex Lifeson, il quale ad un certo punto ha suonato anche un pezzo col mandolino!!!

Per dirla in breve... e' stato un bel concerto (a parte quell'idiota seduto dietro di me che fischiava  - roba da perforare i timpani - ad ogni inizio e fine di canzone; persino i suoi amici ad un certo punto lo hanno guardato  di traverso!!!!).

 

Photo_041908_002

Ma dopo tutto la musica e il rumore, stamattina ci voleva un po' di pace  silenzio.  Infatti, mi sono letteramente goduta, fuori in giardino al solo cinguettio di uccellini e al verso degli scoiattoli dispettosi, una bella tazza  di cappuccino bollente (eh si' il freddo c'e' ancora, anche se solo nelle prime ore della giornata) con una fetta - vabbe' DUE  lo ammetto - di questo nuovo tipo di pane che ho sperimentato ieri. Anche questa e' una ricetta che mi ero prefissa di fare da tanto tempo. Ieri mi e' sembrata la giornata giusta!

Qui lo mangiano per colazione, tostato o meno; lo chiamano pane, anche se e' prevalentemente dolce rispetto a cio' che noi intendiamo per pane. Per capirci, l'impasto e' simile ad un panbrioche della famosa ditta italiana. Infatti, se eliminate il ripieno e le gocce d icioccolata, avrete un perfetto panbrioche semplice.

La ricetta che ho seguito e' di Martha Stewart , leggermente modificata.  La sostituzione maggiore e' stato l'uso  delle gocce di cioccolato invece dell'uvetta.

 

IMG_0677

Cinnamon Raisin Bread (USA) 

Panbrioche all'uvetta o cioccolato

Ingredienti per 1 panbrioche:

225 ml acqua tiepida

1 1/4 cucchiaino di lievito disidratato

450 gr farina per pane, ovvero 12-14% proteine (oppure meta' farina 00, meta' manitoba)

2 cucchiai di panna fresca

3 cucchiai di zucchero

pizzico di sale

1 1/2 cucchiaio di burro sciolto

1 tazza di gocce di cioccolato

 

Sciogliere il lievito con l'acqua, aggiungere la farina, lo zucchero, la panna, il burro e per ultimo il lievito ed impastate bene, lavorando l'impasto per almeno 1o minuti con il Kitchen aid o 15-20 a mano.

A questo punto incorporate le gocce di cioccolato, impastando bene; formate una palla; mettetela in una ciotola leggermente unta e coprite con pellicola trasparente. Poi fate lievitare per 1 1/2 ora o finche' raddoppia in volume.

A questo punto, stendete l'impasto in un rettangolo; spalmate sulla pasta 2 cucchiai di burro sciolto e spolverate l'intera superficie con zucchero e cannella. Arrotolate l'impasto - ben stretto -  dal lato piu' corto e mettetelo a crescere in una teglia da plum-cake per un'altra oretta (poi se fa caldo, anche meno).  Nel frattempo accendete il forno a 220C.

Quando il panbrioche sara' pronto per essere infornato, spennellatene la superficie con burro fuso e, di nuovo, spolverate con zucchero e cannella. Infornate per 15 minuti, poi abbassate la temperatura a 200 e cuocete per altri 15 minuti.

Fatelo raffreddare prima di tentare di affettarlo! E' ottimo cosi' com'e' o tostato; perfetto per fare il French toast!

 

 

6 commenti:

  1. Grande Immaaaaaaaa
    noto che le cose + semplici sono quielle che + ci appagano...
    mi associo per la caffeinamania... io ne bevevo un sacco...ora ho dovuto drasticamente ridurre(conseguenze: insonnia e tachicardia)!!!
    complimentoniiii una ricetta + bella dell altra!

    un bacione lalla

    RispondiElimina
  2. buonooooooooooo quelle gocce di cioccolato sono invitantissime!!!!

    RispondiElimina
  3. Cannella e cioccolato che goduria!

    RispondiElimina
  4. i Rush!!!!!! wowwww un po' di progressive lascia sempre a bocca aperta ascoltare loro poi che sono stati tra i primi del genere.. beh! che fortuna! =)

    e che buono questo paneee =P°°°

    RispondiElimina
  5. Giovanni Sicignano23 aprile 2008 15:15

    cioki imma,
    sto quasi per andare a letto, e sono passato un attimo solo per salutarti, pensandoci! non ti facevo sfegatata della musica rock, ai dei modi cosi gentili! la musica rock io la vedo solo x le persone sballate o che si vogliono sballare, mi posso pure sbogliare, anzi conoscendoti mi sbaglio.
    se tu dici che era meraviglioso provero ad ascoltare un pezzo di questi "Rush" poi ti faro sapere.
    ora non reggo piu, da 48 ore non dormo, tra congresso medico e lavoro, non ho potuto dedicarmi alla cosa che amo tanto, il dormire.
    baci baci uu scusa cioki cioki
    a presto
    gianni sicignano

    RispondiElimina
  6. Grazie Lalla! Evviva un'altra caffeinomane come me!!!!

    Ely.. un segreto: rimangono morbide anche a pane freddo e si sciolgono in bocca quando addenti il pane!!!!

    Anna sono d'accordo con te!!!

    Elisa e' stato si' uno spettacolo bellissimo, tanto he ci ritornerei volentieri!

    Ciao Gianni! Allora se ti dico che sono andata al concerto di Marilin Mandon (che e' stato una grandissima delusione)che penserai? Diciamo che mio marito mi ha spronato ad aprirmi alal musica rock classica degli anni 70 che e' tutta un'altra cosa da quella rock di oggi! Notte cioki cioki!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!