30 agosto 2008

I'm running like a headless chicken!!!

Anche se ho ripreso a lavorare all'inizio di questo mese, per me la vera prima settimana di lavoro e' stata dal 18 al 22 agosto, quando si sono riaperti i battenti della scuola e circa 700 alunni sono rientrati.

Le prime due settimane iniziali sono passate veloci  perche' si e' trattato di preparare diversi catering e riordinare frigo, freezer e pantry. Siccome avevo lavorato alla scuola solo per una settimana (in particolare l'ultima settimana di Maggio) prima che l'anno scolastico terminasse, non mi ero resa conto della valanga di lavoro che mi sarebbe aspettata!!!

Il fatto e' che non si tratta di una normale cafetteria/mensa dove ognuno  paga per il cibo che prende, ma di un "all you can eat buffet. In pratica, i ragazzi - dai 3 ai 13 anni - possono scegliere tutto quello che vogliono dalla tavola calda (che comprende 5 portate) al salad bar (che comprende una varieta' di insalate, formaggi e salumi). Anche se offriamo porzioni limitate, per offrire una alimentazione corretta, ognuno puo' servirsi piu' di una volta. In pratica iniziamo alle 5.30 del mattino per preparare la breakfast (solo per un numero limitato di studenti) e proseguiamo fino a 1.30 (in realta' epr le 11, quando il primo scaglione di ragazzi viene per pranzo, dobbiamo essere sicuri di avere cibo per almeno 200 persone) quando l'ultimo gruppo di studenti invade la cafeteria.

Tutto sommato, il lavoro e' interessante perche' il menu' varia giornalmente e settimanalmente; spesso c'e' un tema in un giorno stabilito, tipo ieri e'' stato Hamburger Bar e la settimana scorsa Taco Bar.

E se la prima settimana ho avuto momenti di caos totali (come un headless chicken, appunto!!) sia perche' mi avevano assegnato una nuova stazione (la salad bar ed in piu' la produzione per i catering), sia perche' non sapevo come funzionasse bene il tutto, non ho perso occasione di fare amicizia e estrapolare ricette!!!

Da chi? ma ovviamente dalle colleghe messicane!!!! Con loro sto imparando le vere ricette messicane. Incominciando dalla piu' semplice: il guacamole.

Il mio primo incontro con il guacamole, risale ad otto anni fa, ad uno dei party di studenti universitari e consisteva in polpa di avocado mescoalta ad una polverina magica. Poi, ho conosciuto laversione guatemalteca (versione senza pomodoro, arricchita di origano, cunimo e cipolla). E finalmente l'unico, vero, inconfoindibile  guacamole messicano. La ricetta e' delal mia collega Alma.

 

Guacamole (MEXICO)

IMG_2396

 

2 avocado

2 pomodori maturi, a dadini

cipolla a piacere

sale

coriandolo fresco tritato

succo di 1 lime/limone

1 jalapeno (peproncino verded fresco mooolto piccante), facoltativo

Tagliate gli avocado a meta' e con un cucchiaio prelevate la polpa. Schiacciatela con una forchetta, piu' o meno fine a seconda se vci piace molto cremoso o con i pezzettoni. Aggiungete il pomodoro e la cipolla  (e il peperoncino) tritata, il cilantro tritato finemente e il succo del lime. Aggiustate di sale e servite con chips di mais.

Nota: siccome l'avocado tende ad annerirsi facilmente, vi conviene preparare la salsa all'ultimo momento. Se per necessita' dovete prepararlo in anticipo, copritelo con pellicola trasparenteguacamole, poggiando la pellicola direttamente sulla salsa, cosi' da evitare contatti con l'aria.

 

Il nome  guacamole proviene dal  Nahuatl (uno dei dialetti aztechi) āhuacamolli, che significa āhuacatl (="avocado") + molli (="sauce").

7 commenti:

  1. certo è un lavoro pesantuccio ,ma però creativo ed intrigante ottima la ricetta buona giornata

    RispondiElimina
  2. Caspiterina, deve essere davvero una faticaccia: complimenti anche per il guacamole!

    RispondiElimina
  3. Veramente interessante sia la ricetta sia le spiegazioni etimologiche!!Grazie!!Auguri per il lavorone!!!:-)

    RispondiElimina
  4. il lavoro non è certo leggerissimo ma che bello stare a contatto tutto il giorno con la cucina ...
    le paste ripene le assaggerei volentieri tutte e anche il guacamole visto che non l'ho mai mangiato :S
    un bacio!

    RispondiElimina
  5. Un lavoro bello impegnativo, ma fa piacere leggere che le mense si preoccupano di offrire varietà e novità per variare la dieta! Complimenti, anche per la ricetta in originale!

    RispondiElimina
  6. leggo guacamole e svengo...amo il guacamole!!
    a kili!!!
    sulle tortilla....mamma che buono ;)

    RispondiElimina
  7. Buona la guacamole!
    Anch'io la faccio ma senza il pomodoro. Mi piace molto però il contrasto di colori e ti copierò alla prima occasione ma... senza il coriandolo che non mi piace.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!