1 dicembre 2008

Come ti rubo la ricetta!!!

Un menu' facile facile

Non so perche' il roast beef mi ha sempre intimidita. Sara' che quando vivevo in Italia preparavo piatti piu' rustici, o sara' forse il nome che mi incuteva una sorta di timore reverenziale... Fatto sta che il roast beef era diventato il mio incubo!!! Finche', trasferendomi negli States, ho incontrato Adriana, una simpaticissima  ragazza di Genova che pur asserendo di non saper cucinare, preparava questo gustosissimo arrosto e me ne ha svelato il segreto! E da quando ho finalmente imparato a farlo, lo cucino spesso, perche' e' veloce da rpeparare, ma soprattutto versatile: lo si puo' servire caldo per un pranzo anche importante o, se lo lasciate raffreddare, e' perfetto tagliato a fette sottilssime in sandwich o su crostini per un buffet (in questo post ce n'e' un esempio, anche se con un differente metodo di cottura).

E ieri, non avendo tanta voglia di spadellare, mi e' tornata utilissima: l'ho preparato in meno di 10 minuti e messo in forno. L'ho accompagnato con una salsina al cren/horseradish (2 cucchiai panna acida, 1 cucchiaio horseradish, un goccio di aceto, 1 cucchiaio di mostarda di Dijon) e, come contorno, un'insalata di spinaci e pomodorini condita con sale, pepe, olio e aceto di sherry.

E gia' che mi trovavo col forno acceso, ho preparato un dessert veloce e salutare, prendendo spunto da Max di Cucina SMS: pere infornate.

Il roast beef di Adriana

Questa e' una non-ricetta perche' non ci sono dosi precise.

IMG_3367

Accendete il forno al massimo. Massaggiare il pezzo di roast beef con sale, pepe e rosmarino. Infornare per:

- 20 minuti per il primo 1/2 kg (500 gr)

- Aggiungere 10 minuti per ogni altro 1/2 kg (500 gr)

Se vi piace meno al sangue aggiungete 5 minuti in piu'.

Rimuovete dal forno e coprite con carta argentata e fate riposare 10-15 minuti prima di affettare. I succhi si ridistribuiranno, cosi' non avrete un arrosto asciutto. E - IMPORTANTE - in questo arco di tempo la carne continuera' a cuocere da se'.

Se avete un termometro da cucina, potrete verificare la temperatura interna del roast beef. Qui trovereta la tabella con le varie temperature.

Tabella per la cottura della carne

Ora, come vi dicevo, avendo il forno acceso, ne ho approfittato per fare un bel dessert, che avevo adocchiato sul blog di Max. E' una di quelle ricette/non ricette che vi fanno venir la voglia solo a leggerle, soprattutto quando si avvicinano i primi freddi  (eh si' da noi stanno appena iniziando!!!). Ho sostituito le pere alle mele, perche' le avevo messe in freezer prima di partire e dovevo consumarle e ho usato il rum non avendo il Cointreau.

Le pere al forno di Max

IMG_3372

Disporre le pere sbucciate in una pirofila, spolverarle con un po' di zucchero e cannella; spruzzarle con un po' di rum e alcuni amaretti sbriciolati (mia aggiunta). Volendo, aggiungete un fiocchetto di burro su ogni pera, ma vi assicuro non ce n'e' bisogno! Infornate finche' le pere sono morbide e cotte.

Siccome mi era rimasto molto liquido, dal fatto che erano congelate, ho rimosso le peree ho messo il liquido in un pentolino per farlo ridurre. Poi dopo che ho impiattato le pere, vi ho versato il liquido ridotto sopra e ho decorato con alcune noci tritate e tostate.

Confesso, avevo del gelato al dulce de leche ed ero tentata di aggiungerci una pallina accanto, ma il marito mi ha fatto desistere!!!!

 

14 commenti:

  1. il roast beef ha un aspetto magnifico, complimenti e le pere come dessert sono spettacolari
    Un bacio
    fra

    RispondiElimina
  2. SPETTACOLARE!
    Anche a me impensierisce il roastbeaf, come anche la carne cotta nel sale... ma se dovessi provare, ora posso.. scopiazzarti la ricetta! Una domanda: come si chiama (in Italia... ;-)) il taglio di carne che hai usato? Grassie!!!!

    RispondiElimina
  3. la settimana scorsa ho fatto il roast beef e per la paura di vederlo sanguinare...mi è uscito un arrosto...buono comunque....ma adesso mi intriga la salsina e sai che ti dico....la vado a fare, bacioniiiiii!

    RispondiElimina
  4. Sai che anche io ho fatto fatica ad avvicinarmi al roast beef, ma da allora lo prepraro spessissimo e mi piace molto! Elga

    RispondiElimina
  5. Ciao Fra! Come si dice... copiando s'impara!!

    Barbara penso che l'eye of round corrisponda la girello o magatello di manzo.

    Astro ciao! prova e fammi sapere!

    Ciao Elga! io quando lo faccio lo finisco in poco tempo!

    RispondiElimina
  6. Ho sempre avuto il tuo stesso "approccio reverenziale" al roast beef. Cosa dici tento anche io questa preparazione senza fare figure tapine???? Buona serata Laura

    RispondiElimina
  7. Finalmente i tempi giusti per cucinarlo al forno! Grazie :-)

    RispondiElimina
  8. Carissima...sai quel pacchetto di cui mi parlavi qualche commento fa? E' arrivato oggi!!! GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!

    Sei sempre gentilissima!
    Ti mando un grosso abbraccio!
    Ciaoooo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  9. quell'arrosto è magnifico....un punto di cottura perfetto...devo provare a usare le indicazioni di cottura che ci hai fornito:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  10. buonissimo il roosbeff che hai preparato!!!

    RispondiElimina
  11. grazieeeeeeeeeeeeeeeee!!!
    io adoro il roastbeef e questa mi sembra veramente la ricetta che fa per me!!!!! proverò sicurametne a farla appena avrò il forno nuovo!!!!
    un bacioneeee

    RispondiElimina
  12. Non mi sono mai cimentata nel roast-beef percheè mi sembrava troppo complicato...ma visto le tue spiegazioni ben dettagliate e semplici potrei perfino riuscirci io!
    Un baciozzo

    RispondiElimina
  13. Grazie per l'adesione alla raccolta e complimenti per il roast beef, lo adoro e lo preparo spesso ma bene così non mi è mai venuto, a presto

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!