17 settembre 2009

Seguendo il fungo!

 In questi giorni sono spuntati sul prato di fronte casa questi bellisismi funghi. Qualcuno sa dirmi se sono commestibili? Non so proprio di che tipo di fungo si tratti!!!

IMG_5659

IMG_5660

IMG_5661

Nel frattempo ispirata dalla vista di questi funghi, mi sono preparata un bel risottino semplice e veloce per pranzo! Ma non vi preoccupate, non ho cotto questi funghi, ne’ li ho fatti assaggiare alla gatta!!!!

Risotto ai funghi CREMINI

IMG_5670bis

Ingredienti per 2 

  • 180 gr riso arborio
  • 500 ml brodo di carne
  • 200 gr funghi cremini (corrispondono ai nostri champignon)
  • prezzemolo
  • 1 cucchiaio di burro
  • 2 cucchiai di olio
  • 1/4 di cipolla tritata
  • un po’ di vino bianco
  • sale e pepe

Far soffriggere la cipolla nell’olio senza farla imbiondire. Aggiungere i funghi affettati, cuocere per qualche minuto, poi sfumare con un po’ di vino bianco. Aggiungere il riso e far tostare per 1 minuto. Iniziare ad aggiungere il brodo ben caldo e mescolre. Continuare unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo.A fine cottura insaporire con sale, pepe e prezzemolo fresco tritato e mantecare con un po’ di burro. Servire subito.

Nota:

- per una versione vegetariana sostituire il brodo di carne con brodo vegetariano

- per una versione vegan omettere anche il burro finale.

8 commenti:

  1. Il risotto ai funghi è in assoluto il mio preferito e se quelli sul tuo prato non sono commestibili sono comunque fonte di perfetta ispirazione
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  2. Ciao Imma,
    il risotto ai funghi è quello che preferisco...
    Per i funghi che ti sono nati in giardino,dovrebbero essere ombrelle o mazze di tamburo...chiamate così almeno qua in toscana.
    Io li cucino in forno, con olio e.v.ed un battuto di aglio e prezzemolo...e da brava fungaiola, mi passi il termine se ti dico che hai un discreto lato B :)se ti nascono i funghi in giardino???
    Ti lascio un link...
    http://www.coopfirenze.it/informazioni/speciali/articoli/8061
    Spero di esserti stata utile ;)
    Un abbraccio Aurelia

    RispondiElimina
  3. Concordo con Aurelia, dovrebbero essere mazze di tamburo. Ti lascio il link di wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Macrolepiota_procera

    Io ADORO il risotto ai funghi! Aspetto sempre con trepidazione settembre: funghi freschi e pasta fatta in casa.
    Yummy!

    RispondiElimina
  4. Non sono un'esperta di funghi, mi spiace :(
    In compenso mangerei volentieri un bel piattino del tuo risotto!
    Baci.

    RispondiElimina
  5. Di funghi non capisco un'acca (non c'è un equivalente dei nostri uffici igiene che li sappiano controllare??), ma il tuo risotto per me contiene una novità: normalmente uso il brodo vegetale, invece con il brodo di carne deve venire un signor risotto, anche con gli champignon, grazie!!!

    RispondiElimina
  6. Infatti Fra vedendoli non ho potuto resistere alla tentazione di farmi un bel risottino!

    Grazie Aurelia per aver svelato il mistero; adesso non mi resta che coglierli e mangiarli!

    Ruby anche per me settembre e' il mese che preferisco per il clima e per i prodotti dell'orto!

    Danea te lo offro volentieri virtualmetne!

    Barbara con il brodo di carne viene piu' scuro e ricco. Poi io ho usato questo particolare tipo di funghi champignon, detti cremini, che sono scuri e sono piu' saporiti degli champignon di coltivazione!

    RispondiElimina
  7. Per quanto riguarda la natura dell'' ignoto fungo... ti posso dare un idea!!!!!!
    Coltivalo poi lo cucini con molti aromi profumati e lo fai mangiare ad una persona che non vorresti vedere il giorno dopo.
    "fai l'utile ed il dilettevole".
    Baci e abbracci a una grande donna, che sta a dieta.

    P.S. se la cosa ha buon risultato. appena vieni in italia, portami un po di questi funghi, ho alcune persone da invitare a cena, (per l'ultima cena).

    RispondiElimina
  8. Scusa se arrivo "leggermente" in ritardo, però ti servirà per il prossimo settembre... Si, confermo questi funghi sono commestibili, noi li chiamiamo "mazze di tamburo" il gambo è da scartare completamente perchè legnoso, mentre l'ombrello, dopo averlo ripulito bene con una spugnetta umida lo si può impanare passandolo nell'uovo sbattuto e leggermente salato, nel formaggio grana grattuggiato e poi di nuovo tuffato nell'uovo ed infine infarinato con pane grattuggiato, poi va fritto come se fosse una milanese nell'olio!
    E' gustoso e, se ti piace, assieme all'uovo io ci unisco anche qualche foglia di prezzemolo tritato!
    Ciao, Elena.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!