29 luglio 2009

Picnic a stelle e strisce

Ormai e' passato quasi un mese da quando avrei dovuto pubblicare questo post!!!! Certo c he il tempo vola...IMG_4780

Comunque... come ogni 4 luglio, abbiamo fatto il nostro picnic all'aperto. Questa volta, pero', visto il caldo, abbiamo optato per un piscina party. Avendo avuto pochissimo tempo per preparare il menu' - perche' ho dovuto lavorare fino al giorno prima e ho avuto solo la mattinata per pulire casa e cucinare - ho preparato dei piatti molto semplici, mescolando cultura americana e italiana.

A parte i classici hot dog ed hamburger - piatti tipici di questa festa - con tutte le salsette varie, ho preparato un'insalata di pasta alel verdure per alcuni amici vegetariani, appunto e la versione light di un altro piatto tipico di accompagnamento agli hamburger: l'insalata di patate. Con la differenza che ho sostituito alle patate il piu' leggero cavolfiore lesso!!!! Quindi se volete la tradizionale ricetta americana di patate, basta eliminare il cavolfiore ed usare ... le patate!!!

Orzo pasta salad 

IMG_4783

La dose degli ingredienti puo' variare in base ai gusti; quindi vi riporto solo cosa vi occorre:

pasta piccola (noi la chiamamo "semi di melone"; qui la chiamano "orzo"), spinaci freschi, pomodorini, scorza di limone, paprika affumicata, ceci in scatola, peperone rosso dolce, sedano, cipollotti, succo di limone, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Cauliflower Salad (potato style) (USA)

IMG_4784

Ingredienti per 6:

  • 1 cavolfiore medio, lesso
  • 3 cipollotti verdi, tritati
  • 3 pezzi di sedano, tritati
  • ½ perone rosso tritato
  • 3 uova sode, tritate
  • Sale e pepe, q.b.
  • relish di cetriolini
  • semi di carvi/caraway a piacere
  • Paprika affumicata, per decorare

Dressing:

  • 2 cucchiaini di curcuma o mostarda in polvere
  • 2 cucchiai di aceto di vino rosso
  • 1 tazza di maionese
  • qualche cucchiaio di senape

Preparare il dressing, amalgamando bene tutti gli ingredienti. Mescolare tutte le verdure e condirle col dressing. Far riposare in frigo un paio di ore prima di servire.

 Black Beans Salsa di Jeanine

IMG_4781

Una mia amica ha portato questa "salsa" di fagioli, che si accompagna con chips di mais. anche per questa ricetta, le dosi sono a gusto:

  • fagioli neri lessati
  • cilantro fresco tritato
  • succo di lime
  • pomodorini
  • mais
  • sale e pepe

 Crispy pie

Pensavo di aver inventato qualcosa di nuovo e l'avevo pure chiamato Crispy pie, perche' era avevo fatto la base e il ripieno del pie, ma poi lo avevo coeprto con uno streusel (palline di burro e zucchero con altri ingredienti) che si mette sui muffin o sui dolci, ma ho scoeprto pochi giorni fa che esiste gia' e si chiama ... streusel pie!!!! Anyway, la differenza e' che ho usato la pasta frolla - che qui non conoscono - e ho mischiato nocipesche e fragole come accostamento di frutta. And again... le dosi ad occhio. Sorry!!!!

crispy pie (3)

  • base di pasta frolla (500 gr per 2 basi)

ripieno:

  • nocipesche
  • fragole
  • succo di limone
  • zucchero
  • cannella
  • amido di mais

topping (ricetta per 2 pies):

  • 65 gr farina
  • 50 gr zucchero
  • 55 gr zucchero melassato
  • cannella in polvere a piacere
  • noce moscata
  • un pizzico di sale
  • 80 gr burro morbido
  • 30 gr di crusca
  • 40 gr di noci tritate
  • mandorle sfilettate

Per lo streusel: lavorare tutti gli ignredienti, facendo ben assorbire dal burro tutti gli aromi.

Stendere la base di pasta frolla; ricoprila con la frutta macerata in zucchero, succo di limone e amido e ricoprila con le briciole di streusel.

Infornare a 180 C per 30 minuti o piu', finche' la pasta frolla e' cotta.

 2009-07-04 bbq 4th july

 Con questo menu' partecipo alla raccolta di Jelly: Nel cestino del picnic

meme_pic_nic

28 luglio 2009

Per un criceto goloso...

Pochi giorni fa, nell'ufficio di mio marito hanno organizzato un bbq per l'ora di pranzo ed ognuno era invitato a portare qualcosa. Cosi' ho rispolverato questa ricetta, che avevo gia' sperimentato anni fa, e l'ho fatta in men che non si dica!!! A parte il nome e l'uso dello jalapeno, questa ricetta pero' sa ben poco di messicano. E', invece, un'altra di quelle ricette nate alla frontiera tex-mex. Ma, indipendentemente dal luogo di origine, di sicuro e' buona!!!

Mexican cornbread (TEX_MEX)

IMG_4941
  • 1 tazza di farina di mais
  • 1/2 tazza di farina
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di soda
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 2 uova
  • 1 tazza di latticello/yogurt magro
  • 1/2 tazza di olio di mais
  • 100 gr di mais in scatola
  • qualche cucchiaio di cipolloti o cipolla tritata
  • 1 peperone rosso dolce tritato
  • qualche peperoncino verde piccante (jalapeno), tritato
  • 1 tazza di formaggio semipiccante grattuggiato grossolanamente
Forno preriscaldato a 180 C.
Mescolate i primi sei ingredienti e teneteli da parte. Mescolate il latticello, l'olio e le uova leggermente sbattue e versatelo sulla farina. Amalgamate il tutto ed aggiugnetevi il resto degli ingredienti.
Mettete in uno stampo imburrato e fate cuocere per 25-30 minuti o finche' uno stuzzicadente infilato al centro ne uscira' asciutto. 

NOTA:raccolta_cakes_salati_
Con questa dose ne vengono 2 bassi - come si vede dalla "teglia" che ho usato" o 1 regolare, usando una teglia dai bordi piu' alti (in questo caso il pane di mais sara' ancora piu' morbido).
Con questa ricetta partecipo alla raccolta dei Cake salati organizzata dal Criceto goloso.

Voglia di noodles

Ho fatto una scorta di noodles cinesi tempo fa, ma non sono mai riuscita a trovare il tempo di preparare uno di quei piatti che di solito scelgo quando vado (raramente) al ristorante  cinese. Ovviamente non si tratta di un piatto al 100% cinese, ma della versione americanizzata, per accomodare il palato piu' "raffinato/delicato" degli occidentali (capirai, qui si mangiano persino gli armadillo!!!).

Questa ricetta e' nata da tutte le verdure che avevo in frigo da consumare. Ma il metodo e gli aromatici usati sono quelli tipici della cucina asiatica. Questo piatto si cucina in meno di 10 minuti; il segreto sta nell'avere tutti gli ingredienti ready-to-go!

stir-fry noodles (2)

Stir-fry noodles with veggies

Ingredienti per 4:

  • 5 carote, grattuggiate
  • 2 melanzane, a tocchetti
  • 1/2 cipolla rossa, affettata
  • 2-3 cipollotti, tritati
  • 4-5 cucchiai di mais in scatola
  • 1 manciata di fagiolini verdi, a tocchetti
  • funghi secchi misti, ammollati per almeno 15 minuti, a piacere
  • 1 cucchiaino (o piu', a seconda dei gusti) chili black bean paste
  • 2-3 spicchi di aglio tritati
  • soy sauce e hoisin sauce a piacere
  • zenzero fresco, a piacere
  • 100 gr vermicelli di riso
  • 1 cucchiaio di peanut butter/burro di arachidi, optional

Mettere a bagno i vermicelli in acqua bollente per 10 minuti; scolarli sotto l'acqua fredda e tenerli da parte.

Mettere una padella larga sul fuoco e farla riscaldare. Versare qualche cucchiaio di olio di mais e fate soffrigger l'aglio tritato e lo zenzero grattuggiato. Versatevi le melanzane e friggetele, mescolando spesso (stir-fry). Dopo 5 minuti, aggiungete il resto delle verdure e fate cuocere per altri 4-5 minuti.

Fate un po' di spazio al centro delle verdure, versatevi la chili paste, l'hoisin sauce, la salsa di soia, altro zenzero fresco e, volendo, il peanut butter. Cuocete per un minuto; aggiungete la pasta nella padella e mescolate tutto per pochi minuti epr far amalgamare il tutto. Servite con cipollotti fresco tritati e altra salsa di soia.

Note:

- la chili beans paste (salsa di fagioli al peperoncino) e' una salsa densa e scura, fatta con soia fermentata e peperoncini piccanti. E' molto spicy. onsiglio di usarla con moderazione!!!!

- ho aggiunto il peanut butter/burro di arachidi per controbilanciare il sapore piccante delal salsa di fagioli rossi.

26 luglio 2009

Ricapitoliamo...

Vediamo un po' finora da chi andremo a fare colazione:

brunch

La foto che vederte e', invece, parte di un brunch che ho preparato per alcuni nostri amici che si sono fermati a dormire da noi. La colazione/brunch prevedeva:

 brunch (5)

  • sweet and spicy bacon (ricetta sottostante)
  • muffin limone e cioccolato bianco (ho seguito la ricetta del link, sostituendo ai mirtilli le gocce di ciocclato bianco e profumando l'impasto con scorza ed essenza di limone)
  • french toast (prossimamente la pubblichero')
  • caffelatte

brunch (3)

Bacon sweet and spicy

Quando ho letto per la prima volta di questa ricetta, sono rimasta perplessa, poi dopo che l'ho assaggiata... ne sono rimasta incantata!!!

  • 12 fette di bacon o pancetta
  • pepe di cayenne a piacere
  • 60 gr ( o a piacere) zucchero melassato

Preriscaldate il forno a 180 C. Coprite la placca da forno con carta argentata. Mettetevi le fette di bacon ben allineate. Distribuite lo zucchero e il pepe sulle fette di bacon e cuocete in forno per circa 20 minuti, finche' diventa croccante.

Continuate a partecipare numerosi alla raccolta "Colazione da...", sia voi blogger, sia voi lettori senza blog (potete mandare le vostre ricette con foto al seguente indirizzo e-mail: caffeinerfortwo@gmail.com). Non siate timidi!!! Questo e' il banner, che vi riportera' al post con tutte le istruzioni:

Give a fish to a man...

... he will eat for a day...

Nel nostro caso, per piu' di un giorno!!! Non ci credete!!! Guardate qua cosa ha pescato e ci ha generosamente regalato il nostro amico Mario col figlio Nicola:

 IMG_4908

Si tratta di un red fish o red drum (non so l'esatta corrispondenza in italiano, ma sembrerebbe quasi un dentice - se qualcuno lo riuscisse ad identificare meglio, mi farebbe piacere sapere con precisione cosa ho mangiato!!!), dalla carne bianca e soda, un ottimo pesce che ho mangiato diverse volte (ma mai di queste dimensioni!).

Quelle rare volte che trovo il pesce intero - di solito qui lo sfilettano sempre - mi piace farlo al forno profumato con vino, limone e rosmarino. Ma, questa volta ho voluto cambiare del tutto e ho deciso di dargli un tocco asiatico, facendolo marinare e poi cuocendolo - al vapore nel forno -  avvolto in foglie di banane (direttamente dall'albero fuori la mia cucina!). Dal momento ch le foglie di banane non riuscivano a ricoprirlo del tutto, ho messo un bel pezzo di carta argentata sorpa la teglia del forno per essere sicura di sigillare il pesce tra le due foglie di banana. Se non avete le foglie a disposizione, utilizzate semplicemnte la carta argentata o da forno.

 

BAKED WHOLE FISH IN GARLIC CHILI SAUCE (THAI)

 

Ingredienti per 4-6 persone:

1 pesce intero, 3 kg almeno

Marinatura:

  • 1/2 cucchiaino di curry verde thailandese
  • zenzero sottaceto a piacere
  • 4 cucchiai di oyster sauce
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 3-4 spicchi d'aglio tritati
  • 4 cucchiai di chili pepper sauce
  • 1 1/2 limone, succo e scorza

Mescolare tutti gli ingredienti e tenere da parte.

Ora, coprite la teglia con un lungo pezzo di carta argentata; poi mettetevi una foglia di banana ed appoggiatevi il pesce sopra. Praticate delle incisioni  sul dorso del pesce, in modo da far penetrare la marinatura.

IMG_4910

Versatevi 3/4 della marinatura e coprite con una seconda foglia. Ora, aiutandovi con la carta argentata, chiudete il cartoccio.

 

IMG_4912

Fate marinare una mezz'oretta, prima di cuocerlo. Inforno a 200 C finche' il pesce sara' cotto (volendo potete addirittura grigliarlo, sempre avvolto nelle foglie di banane o nel cartoccio).

Negli ultimi dieci minuti di cottura, parite l'involucro, pennellate con la restante marinatura e mettete sotto il grill per fargli fare un po' di "crosticina.

 IMG_4916

L'ho accompagnato da uan rinfrescante insalata di cetrioli thailandese.

Thai for two

La mia cucina asiatica preferita e' quella thailandese: ricca, ma leggera, che riesce a bilanciare ed esaltare perfettamente i sapori hot (spicy), sour, sweet, salty, and bitter.

Un piatto particolarmente rinfrescante, da accomapgnare ai loro curry piccanti, e' quesa insalatina di cetrioli, semplicissima e veloce da preparare.

Insalata di cetrioli (THAI)

IMG_4913

Ingredienti per 2:

  • 1 cetriolo
  • 1/2 cipolla rossa
  • 1 peperone verde piccante (Jalapeno)
  • 2 cucchiai di cilantro/coriandolo fresco
  • arachidi tritate, a piacere

Dressing:

  • 6 cucchiai di aceto di riso
  • 2 cucchiai d iacqua
  • 1 cucchiaio dizucchero
  • 1/2 cucchiaino di sale

Portare a bollore gli ingredienti per il dressing e poi far raffreddare.

Tagliare il cetriolo a rondelle sottilissime - usando una mandolina possibilmente - e metterlo in uan ciotola con la cipolla affettata sottile, il cilantro tritato e il peperoncino tritato finissimo.

Condire il tutto col dressing freddo e decorare con le arachidi tritate.

25 luglio 2009

Mi arrangio come posso

Non sono un  cake decorator, ma quando si presentano delle occasioni particolari ci provo!!! La mia manualita' con il mm fondant e' minima, soprattutto senza i necessari attrezzi (ovvero, i trucchi del mestiere!!!). Pero' con tanta fantasia e tanto amore ho vouto creare questa torta per un bambino motlo speciale che oggi compie 1 ANNO.

La torta e' molto semplice: e' stata ideata pensando ad una mamma (la mia cara amica Tina) con poco tempo da dedicare ai pasticci in cucina, perche' impegnata col lavoro, le faccende di casa e "troppo presa" dal coccolare questo adorabile... piedino!!!

Buon Primo compleanno Gabriele !

piede_gabriele_a_12_mesi

 

Torta alle mandorle con lemon curd

Ho preso spunto per questa torta da una ricetta spagnola di una torta alle mandorle. E' una torta che ho gia' fatto in passato, con qualche modifica, che mi ricorda vagamente il sapore delle cartucce, dei dolcetti secchi che si trovano nelle pasticcerie di Napoli. E' una torta che si fa in 10-15 minuti (piu' il  tempo per infornare, ovviamente!!!) e che si mantiene morbida per diversi giorni. La torta originariamente andrebbe semplicemente spolverata di zucchero e mangiata cosi' com'e'. Ma, per arricchirla leggermente, l'ho tagliata a meta' e spalmata con lemon curd, una voluttuosa crema al limone. Ovviamente potrete sostituire la lemon curd con marmellata a piacere o nutella.

torta per gabriele (7)

Ingredienti: 

  • 250 gr mandorle macinate non troppo finemente
  • 280 gr burro morbido
  • 280 gr zucchero
  • 6 uova
  • 160 gr farina
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • Estratto di mandorle o amaretto di saronno a piacere
  • 1 pizzico di sale

Montare a crema il burro con lo zucchero; aggiungere i tuorli, uno alla volta. A parte mescolare farina, lievito, sale e mandorle macinate ed incorporarle alla crema di burro.

A parte montare gli albumi e, gentilmente, incorporali all’impasto.

Mettere il tutto in una teglia imburrata ed infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 180 per 30- 40 minuti, o finche’ la superficie sara’ leggermente dorata e lo stuzzicadente – infilato al centro - ne uscira’ asciutto.

torta per gabriele (10)

Tagliate la torta a meta' e farcitela con meta' dose della lemon curd.

La torta e' stata poi ricoperta e decorata con mmf, anche se - volendo semplificare il tutto - si puo' ricoprirla di panna montata e fare il bordo con pasta frolla al cioccolato.

torta per gabriele (9)

24 luglio 2009

Una crema regale

La lemon curd e' piu' simile ad una marmellata che ad una crema pasticciera, ma puo' essere servita benissimo sia come indulgenza per scones e pasticcini che accompagnano il te' inglese, sia come ripieno per torte e crostate (volendo alleggerita in consistenza da un po' di panna montata).

Gli ingredienti sono pochi e semplice; tuttavia il procedimeto puo' essere piuttosto tedioso: bisognerebbe cuocere tutti gli ingredienti - eccetto il burro, che deve essere tagliato a pezzi e conservato in frigo fino all'ultimo momento - a bagnomaria (per evitare che le uova impazziscano) finche' inizia a rasodarsi (e ci vogliono circa 20 minuti!!!) e poi, lontano dal fuoco si inzia ad aggiugnere il burro freddo, facendol oamalgamare.

Ora, perche' ho detto bisognerebbe? Perche', leggendo qua e la' - e pprecisamente nella rivista Fine Cooking - ho scoperto un nuovo metodo e ricetta che faciita di gran lunga il processo rendendo "l'operazione lemon curd" un vero e proprio piacere! Il segreto? Leggete la ricetta...

 

Lemon curd (ENGLAND)

IMG_4925 

Ingredienti

  • 200 gr zucchero
  • 150 ml succo di limone (5-6 limoni circa)
  • 80 gr Burro
  • Scorza di 2 limoni
  • 2 tuorli
  • 2 uova intere

Sbattete a crema il burro con lo zucchero; poi aggiungetevi il resto degli ingredienti. Per caso avete ottenuto qualcosa del genere?

IMG_4923

Qualcosa che assomiglia a uova strapazzate pronte per finire nella spazzatura? Bene siete a buon punto! Adesso mettete il tutto sul fuoco e in meno di 10 minuti otterrete una crema liscia e vellutata. Dovete far cuocere a fuoco medio finche' la crema di addensera'. A quel punto fatela raffreddare, priam di invasarla. Si manterra' in frigo per 1 settimana.

21 luglio 2009

Tamales 101

La prima volta che ho mangiato un tamal risale a quasi 10 anni fa!!!! Non sapevo ne cosa fosse, ne come si mangiasse: ho semplicemente addentato quello che mi sembrava un involucro di qualche tipo di impasto che dentro nascondeva chissa' quale ripieno. Ma, nonostante masticassi a lungo, quell'involucro esterno non ne voleva sapere di andar giu'...

Poi mi dissero: " E' una foglia di mais, la devi aprire e mangiare solo l'interno"... TOO LATE!!!! A fuori di masticare, il primo boccone l'avevo gia' ingoiato!!!

Quello e' stato il mio incontro coi tamales, una specialita' messicana  che risale addirittura ai tempi precolombiani se non prima. I Tamales sono dei pacchetti di impasto fatto con il mais macinato ed arricchiti con un ripieno che puo' essere dolce o salato, racchiusi in foglie fresche  di banane o foglie essiccate di mais. Questi pacchetti vengono poi cotti al vapore. 

Pochi giorni fa, ho avuto modo di imparare a farli assistendo una delle classi e subito mi sono cimentata con una mia versione.

 

Chicken tamales with roasted poblanos and roasted corn (MEXICO)

IMG_4686

Per il pollo:

  • 3 petti di pollo
  • 1 cipolla rossa
  • 3 spicchi diaglio
  • 1 foglia di alloro
  • pepe verde

Mettere  gli ingredienti in una pentola; coprite di acqua fredda e far cuocere finche' il pollo sara' cosi' tenero da poter essere sfilacciato con una forchetta. Conservate il "brodo" che otterete.

IMG_4671

Per il ripieno:

  • 2 cucchiaini di chili powder *
  • polvere di cumino a piacere
  • 3 poblano, arrostiti, pelati e tritati
  • 2 pannocchie arrostite
  • 100 gr di formaggio asadero o oaxaca (formaggio filante)
  • 1 cucchiaio di olio di mais
  • 1 cucchiaio di farina
  • 150 ml brodo di pollo (dal "brodo di cottura del pollo)
  • 1 spicchio di aglio
  • origano fresco
  • succo di limone
  • sale pepe
  • il petto di pollo sfilacciato
  • olio di mais

Riscaldare un cucchiaio di olio in una padella, aggiungervi al farina e farla tostare (blonde roux). Incorporare il brodo - come se stesse preparado uan bechamel - e far cuocere finche'  si sara' addensata. Poi aggiungete la polvere di chili, l'aglio tritato, l'origano tritato, il cumino e il succo di limone e far insaporire la salsa. Infine aggiungervi il pollo sfilettato, i chicchi delle pannocchie e il peperone arrostito tritato e fate cuocere per 10 -15 minuti.  Alla fine, dopo aver rimosso la pentola dal fuoco, aggiungetevi il formaggio tritatoFate raffreddare prima di usarlo come ripieno.

IMG_4675

Per l'impasto di masa:

  • 140 gr lardo/sugna
  • 3/4 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 3/4 tazza masa harina *
  • 1 1/4 tazza acqua bollente
  • 1/2 - 3/4 tazza di brodo (dalla cottura del pollo)

Sbattere il lardo con il sale e il lievito per circa 1 minuto. Mentre continuate a sbattere, versate la farina di masa in 3 volte. Riducete la velocita' del mixer e aggiungete 1/2 tazza di brodo e sbattete per ancora 1 minuto. Per testare se la masa e' pronta, mettetene un pezzetto un un biccheire pieno di acqua. Se la pasta galleggia e' pronta.

 IMG_4634

Altrimenti aggiungete un altro po' di brodo e continuate a battere e ripetete il test. Poi assaggiatene un pezzetto per vedere se ha bisogno di un altro po' di sale. Fate riposare l'impasto per un'ora prima  di usarlo.

  IMG_4618

* masa harina: e' un tipo di farina di mais, ottenuto dal mais essiccato e trattato con con una soluzione a base di calcio, che viene poi macinato. Purtroppo no puo' essere sostituita con farina di mais regolare o altro tipo di farina, perche' non si otterebbe lo stesso risultato. A questo link potete trovare l'intero processo su come farsi la masa fresca in casa ( in realta' usare la masa fresca sarebbe il top!!). 

 

Per la parte esterna:

20-25 foglie di mais essiccate

mettete le foglie essiccate di mais in un contenitore coprendole con acqua calda e tenetele in ammollo per almeno un'oretta. Mettee un peso sulle foglie per eveitare che non siano coperte d'acqua. Scolarle bene prima di usarle.

Procedimento:

Stendere una foglia di mais su un ripinao; stendervi uno strato sottile di masa, evitando di arrivare fino ai bordi;

IMG_4676

poi mettete al centro un po' del ripieno.

IMG_4677

Piegate la foglia a meta', facendo coincidere i bordi;

 IMG_4678

poi piegate la parte "vuota" sul tamales, prima la parte appena sigillata

IMG_4679

poi la "coda"

IMG_4680

Volendo legate il tamales con una striscia di foglia di tamales

IMG_4681

A questo punto, finite di preparare tutti i tamale, poi cuoceteli a vapore per un'ora

 IMG_4683

Per servirli, tagliate la striscia, aprite il tamale e mangiatene solo il gustosissimo interno!!!!

IMG_4685

NOTA: i tamales possono essere preparati fino a due giorni prima e teneuti in frigo fino al momento dell'uso. Possono persino essere congelatia sia cotti sia crudi. Nel caso li congelaste cotti, fateli scongelare in frigo durantre la notte, poi ricuoceteli a vapore per 15 minuti per riscaldarli bene.

Mi rendo conto che e' una preparazione laboriosa, ma ne vale la pena e psero che la mia spiegazione sia stata chiara. Ma vi assicuro, i tamales sono piu' facili a farsi che a dirsi!

14 luglio 2009

Oggi sciopero

Ho appena saputo di questo sciopero e quindi, sebbene non avessi dovuto pubblicare nessun post se non questo che mi sto accingengo a scrivere, ho deciso di partecipare ugualmente pubblicando questo logo.

Se potete fatelo anche voi e fate sentire la vostra voce di blogger per difendere il diritto di tutti all'informazione.

 SCARICAILLOGOEPUBBLICALO

"Adesione all'appello di Diritto alla Rete contro il DDl alfano che imbavaglia la Internet italiana".

Ma voi come dite: "Zucchini" o "zucchine"?

Non ne posso piu' ... e' quasi una settimana che sto facendo solo torte!!!! BASTA!!!! Solo l'odore adesso mi fa star male!!! Non scherzo: da venerdi' ad oggi ho fatto 3 torte per tre feste; ho insegnato una classe di pie, in cui ho dovuto spiegare come fare la pecan pie, la straweberry pie e la lemon meringue pie e il giorno dopo ho dovuto rifare la classe di cupcakes (tre gusti diversi) and cake balls (2 gusti diversi)!!!

Basta, voglio un piatto di pasta!!!! Che ne dite di un semplice piatto di spaghetti e zucchini?

IMG_4564

Per quanto semplice, anche questa ricetta diventa complicata in casa mia. Tutto a causa della suocera, anzi delle suocere!!!! Mia madre cucina la pasta con gli zucchini in un modo, mia suocera in un altro. Ovviamente ognuno di noi preferisce la variante della propria madre. Ma siccome cucino io, scelgo sempre il metodo di mia mamma. Anche perche' per principio mi rifiuto di cucinare qualsiasi cosa che fa mia suocera, perche' odio il solo pensiero di sentire le fatidiche frasi: " Questo e' proprio come lo cucina mamma" o, peggio " Mia mamma lo fa meglio!!!

Ma l'ultima volta che ho comprato gli zucchini dal mio fruttivendolo di fiducia, ho deciso di far contento, ma proprio tanto contento, mio marito e gli ho preparato gli

Spaghetti con gli zucchini fritti

versione della suocera

IMG_4562

Friggere gli zucchini tagliate a rondelle sottili - preferibilmente con la mandolina - in olio d'oliva, finche' leggermente dorati. Aggiustateli di sale. Nel frattempo, lessate gli spaghetti al dente, scolateli e versateli nella padella con gli zucchini. Amalgamate bene il tutto, profumandoli con del basilico fresco a pezzetti e spolverate di parmigiano.

Da gustare lentamente

Quale gelato sceglievate d'estate al mare, da mangiare sotto l'ombrellone? Se il negozietto lo aveva, io sceglievo sempre la mitica coppa del nonno, nella coppetta di plastica marrone col cucchiai giallo fosforescente con cui gustarmi pian piano quelal bonta' al caffe'. Eh si', il debole per il caffe' l'ho semrpe avuto... Comunque, questa ricetta ha lo stesso sapore, ma non e' un gelato! E' una gustosissima e vellutata panna cotta al caffe', perfetta per le sere d'estate.

La ricetta - leggermente modificata - viene dal libro "Cioccolato" che ho ricevuto da Jelly per aver vinto il suo concorso l'anno scorso!!!!. Il libero contiene ricette golosissime al cioccolato, ma - considerando la mia passione per il caffe' - ho voluto iniziare da questa! Vi chiederete: dov'e' il cioccolato (a parte quesgli "scarabocchi" che si vedono nel piatto)? La panna cotta andava accompagnata da una salsa al cioccolato che, per mancanza di tempo, non ho fatto!!! Ma vi assicuro, non ce n'e' bisogno. Quello che vi serve e' solo un cucchiaino!!!!

 

Panna cotta al caffe'

IMG_4106

Ingredienti:

  • 600 ml panna fresca
  • 1 baccello di vaniglia
  • 55 gr zucchero
  • 1 caffe' espresso molto forte
  • 2 cucchiaini di gelatina in polvere

Aprite a meta' il baccello di vaniglia ed estraetene i semi. Metteteli nel pentolino con la panna e lo zucchero e portate a bollore. Quando inizia a bollire rimuovete dal fuoco.

Sciogliete la gelatina nel caffe' ed incorporatela alla panna calda. Fate raffreddare, poi filtrate per eliminare l'eventuale pellicola che si sara' formata sulla panna. Versate in 6 stampini di porcellana e mettete in frido a solidificare per alcune ore

13 luglio 2009

Un banalissimo biscottino alla vaniglia

Quando diciamo wafer pensiamo a quei biscotti dai mille strati che fanno rumore quando li addenti e hanno all'interno uno strato sottilissimo  di crema alla "vaniglia". Qui invece sono dei semplicissimi biscotti profumati alla vaniglia, facili da fare e dai mille usi, spesso usati come base in pudding e parfait. Ma molto spesso mangiati come snack o a colazione con un bel biccheire di latte.

nessuno ne conosce le precise origini, ma si pensa che sia comunque stata "inventata" nel sud degli States.

Infatti, Ve li ho gia' "presentati" in questa ricetta, ma allora li avevo comprati. Finalmente mi sono decisa a farli. Ci vogliono non piu' di 10 minuti per farli, piu' il tempo di cottura e si conservano a lungo in scatole di latta.

VANILLA WAFER (SOUTHERN USA)

vanilla wafer

Ingredienti:

  • 1/2 tazza di zucchero a velo
  • 1/3 tazza zucchero
  • 1/3 tazza burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • pizzico di sale
  • 1 1/2 tazza farina per torte a basso glutine (cake flour)
  • 1 1/2 cucchaiino di lievito in polvere per dolci
  • 1 cucchiaio di acqua

Preriscaldare il forno a 170C. Sbattere a crema il burro con gli zuccheri, luovo, la vaniglia e il sale. Incorporarvi la farina e il lievito. Aggiungere l'acqua e mescolare ancora. Il composto deve formare una palla.

Formare delle palline di 2 cm con l'impasto e schiacciarle leggermente. Metterle su una teglia da forno leggermente imburrata. Infornare per 15-18 minuti o finche' i biscottini sono leggermente dorati.

Ricordatevi di partecipare alla raccolta Colazione da...

Tutti possono partecipare alla raccolta (blogger e non blogger), anzi piu' siamo .. meglio e'!!!

9 luglio 2009

Grancereali a modo mio

Avevo in dispensa una busta di fiocchi di cereali misti, comprati un po' di tempo fa e pronti per scadere. Cosi' ho pensato di fare dei biscotti per la colazione, usando come ingredienti "meno comuni" ho usato la farina di riso e l'estratto di fiori di arancio. Li ho appena sfornati... speriamo siano buoni!!!! Vi faro' sapere piu' tardi ... appena assaggiati, non ho potuto resistere!!!

Sono un misto tra i piu' famosi biscotti ai cereali di nota marca italiana e i piu' comuni biscotti alla crusca americani. La prossima volta ridurro' lo zucchero, perche' il cocco grattuggiato era dolce di per se'. Quindi, a meno che trovi il cocco naturale, devo ridurre lo zucchero quasi della meta' (3/4 di tazza magari). L'uso della farina di riso invece e' stato proprio "azzeccato": i biscotti sono venuti molto leggeri. Sono molto piu' simili ai biscotti di crusca americani che ai grancereali nell'aspetto e nella consistenza, ma il sapore e' li'!!!!

Grancereali alla noce di cocco e fiori di arancio

 IMG_4846

  • 1 1/2 tazza fiocchi di cereali misti (crusca, orzo, segale, grano, triticale, semi di lino)
  • 1 tazza di farina di riso
  • 1 tazza di zucchero melassato
  • 1/2 cucchiano di sale
  • 1/2 cucchiano di bicarbonato di soda
  • 2 cucchiaini di estratto di fiori di arancio
  • 2 uova
  • 113 gr burro morbido
  • 1 tazza di noci/pecan tritate
  • 1 tazza di noce di cocco grattuggiata
  • uvetta a piacere

Sbattere il burro a crema con lo zucchero; aggiungere un uovo alla volta e poi l'estratto. Versare la farina di riso, mescolata precedentemente con il bicarbonato e il sale, e far incorporare bene. Infine aggiungere i fiocchi di cereale, le noci, l'uvetta e il cocco. Amalgamare bene; poi formare dei mucchietti su una placca rivestita con carta da forno ed infornare - forno precedentemente riscaldato - a180 per 15 minuti. Far raffreddare prima di rimuoverli dalla placca.

Ricordatevi di partecipare alla raccolta Colazione da...

Mi sono convertita anch'io...

...alla macchina del pane!!!!

 IMG_4596

Dopo un lungo tergiversare ho deciso di comprarla, perche' col caldo che fa non mi va di accendere il forno per fare il pane e quello che vendono fa la muffa dopo due giorni!!!

Ho gia' sperimentato un paio di impasti e la pasta per la pizza (utilizzando la mia ricetta e non quella del ricettario) e sono rimasta molto contenta del risultato. Il mio unico rammarico sara' sempre la forma quadrata del pane!!! Non so perche', ma a me il pane piace rotondo!!!!

Vi metto di seguito la ricetta dei due impasti che ho provato:

Pane leggero di segale

  • 325 ml acqua
  • 1 1/2 cucchiaio burro fuso
  • 1 1/2 cucchiaino sale
  • 3 tazze di farina per il pane
  • 1 tazza di farina di segale
  • 2 cucchiai di zucchero melassato
  • 2 cucchiaini di lievito in granuli

Mettere gli ingredienti nella macchina seguendo l'ordine dato. Selezionare il tipo di pane - in questo caso BASIC - ; il colore della crosta _ho scelto quelo piu' scuro - e premere START. Aspettare pazientemente per 3 ore!!!!

French Countryside bread

(quello nella foto)

325 ml acqua
1 1/2 cucchiaio di olio di oliva
1 1/2 cucchiaino di sale
4 tazze di farina per pane
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiaini di lievito in granuli

Stesso procedimento come sopra.

Questa invece e' la pizza cosi' come e' venuta nella mdp. Per la ricetta dell'impasto vedi qui.

pizza mdp

7 luglio 2009

E' nato prima l'uovo o la gallina?

Cono per gelato

Voi che dite? E' nato prima il gelato o il cono per il gelato? Di sicuro il gelato e' piu' buono se messo dentro un cono croccante, come questo fatto con farina di riso.

 IMG_3923

Per questa ricetta, ho usato gli stessi ingredienti e lo stesso procedimento che ho adottato per fare le pizzelle, omettendo solo i semi di anice. Unico accorgimento: appena cotte vanno avvolte intorno ad un cono di legno (di solito si vende insieme all'attrezzo per pizzelle) per aiutarsi a dargli la forma. Si mantengono a lungo in uan scatola di latta ben chiusa.

2009-03-07

E mentre aspetto che la mia gelatiera si raffreddi, vi inizio a riproporre una ricetta che ho gia' pubblicato qualche anno fa:

Cremolata di cantalupo

cremolata di cantalupo

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!