28 aprile 2011

Una zeppola per il papa’

Non mi spiego perche’,  in nome delle tradizioni, ci riduciamo a preparare delle squisitezze dolciarie solo una volta all’anno, come le pastiere, i panettoni, le colombe e, le mie preferite, le zeppole di San giuseppe. Ma dove sara’ mai scritto?

Poi succede che, in quel periodo dell’anno, blog e riviste pullulano solo di quelle ricette. Da dire quasi … che noia!!!

Allora per rinfrescarvi la memoria ecco le mie zeppole, usando per  l’impasto la ricetta di Elisabetta Cuomo e per la crema senza uova (essendo rimasta senza).

Zeppole di San Giuseppe

CIMG1438

Ingredienti:

300 gr di acqua

250 gr di farina,

90 gr di burro

5 uova,

1 cucchiaino di sale,

vanillina q.b.

limone grattugiato.


In una casseruola versare l'acqua con il burro a pezzetti, il sale e portare ad ebollizione. Quando bolle, versare la farina setacciata in un solo colpo e girare velocemente col cucchiaio di legno, facendoo stendere la pasta sulle pareti della casseruola per asciugarla (sempre col fuoco acceso).

Mettere l’impasto nella ciotola dello sbattitore con la pala e azionarlo a bassa velocita’ per far raffreddare la pasta cotta. Quando e’ fredda, continuando a sbattere, aggiungere le uova una alla volta, facendo incorporare bene il primo uovo prima di aggiungere il successivo. L’impasto deve risultare sodo e compatto, tipo una crema pasticcera solida e più consistente di quella per bignè al forno, altrimenti tende ad assorbire troppo olio.

Mettere la pasta in una sache a poche con bocchetta spizzata grande, spremere formando delle ciambelle della grandezza desiderata, su quadrati di carta forno.

CIMG1432

Versare contemporaneamente le zeppole in una larga padella con olio profondo, caldo ma non bollente,

CIMG1435

 

e appena si staccano togliere i quadrati di carta.

CIMG1436

Dopo un minuto girarle 

CIMG1437

e farle gonfiare,

CIMG1433

rigirarle ancora ed alzare la fiamma per dorarle.

CIMG1434

Toglierle dall'olio e farle asciugare su carta casa.

Per la seconda serie di zeppole, aggiungere un po’ di olio per raffreddare l'olio e friggere altre zeppole, poi alzare di nuovo la fiamma a metà cottura. Questo sistema fa evitare la frittura con 2 pentole.

Preparare la crema, metterla in una sache a poche e spremerla sulle zeppole,aggiungere le amarene e spolverizzare con zucchero a velo.

CIMG1442

 

Note:

  • Non friggere mai, inizialmente, con olio troppo caldo, altrimenti le zeppole non si gonfiano bene e risultano poco cotte all'interno.
  • Per la frittura usare olio di arachide o di mais.
  • Altro sistema per eliminare l'olio in eccesso è quello di metterle nel forno, con sotto carta casa nuova, a 80° per 5 minuti, poi lasciarle fino a che la carta non ha assorbito buona parte dell'olio.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!