24 aprile 2012

“Throw the fish in the pot” party!

 

La mia amica Lisa ha avuto un’idea geniale per un party che si e’ tenuto a casa sua la scorsa domenica: ogni ospite doveva portare un pesce o crostaceo o mollusco qualsiasi da usare per fare una zuppa di pesce, tipo il cioppino. Lei nel frattempo avrebbe preparato la base del brodo, partendo da questa ricetta. Da qui il nome del party!

Il party e’ stato un successo , cosi’ come la zuppa che, grazie alla varieta’ di pesci usata (merluzzo, salmone, gamberi, ostriche, capesante, calamari e cozze), e’ venuta fuori spettacolare. Poi tutti in giardino, con la bowl di zuppa e la focaccia buonissima – fatta da Lisa – da inzuppare nel cioppino. I bambini si sono divertiti salrtando e correndo intorno e i grandi si sono rilassati con una bella birra fredda e una chiacchierata tra amici.

Accanto alla zuppa, ognuno ha portato qualche altra cosa, chi il brie da sciogliere al forno con prezzemolo e olio; chi la cheese ball da mangiare coi crackers, chi il rotolo di  mozzarella farcito al prosciutto, insomma ce n’era per tutti i gusti. E per una volta, invece di portare il dessert, ho portato anch’io un appetizer e del pane (ma per il pane, dovete aspettare il prossimo post!).

Roulade di formaggio fresco al pesto di spinaci

CIMG4643

Ingredienti:

225 gr  formaggio cremoso, a temperatura ambiente

115 gr gorgonzola o altro blue cheese

Ripieno:

100 gr spinaci novelli
Basilico fresco
50 gr mandorle
1 spicchio grande di aglio
50 gr parmigiano grattuggiato
Olio 3 cucchiai

Frullare tutti gli ingredienti ottenendo un pesto molto denso, facile da spalmare.

Per finire:
Cranberries secche, uvetta e ciliege secche a piacere

Pepe rosa e pepitas (semini di zucca essiccati senza guscio)

 

CIMG4641

 

Sbattere i due formaggi e farli amalgamare bene. Poi stendere la crema ottenuta su un pezzo di carta da forno (22 cm x 28 cm)  e mettere in frigo a rassodare per almeno un’ora.

Trascorso questo tempo spalmate il pesto sulla base di formaggio e arrotlate attentamente – aiutandovi con la carta -  partendo dal lato piu’ lungo. Avvolgete con la carta e fate raffreddare in frigo per almeno due ore. Prima di servire, rimuovetelo dalla carta e decoratelo, se volete, con pepitas e pepe rosa. Servite con crackers.

Piu’ veloce di cosi’… parte seconda

 

Un piatto veloce da fare (quando non si ha ne voglia ne tempo) sono le uova in cocotte. E  questa e’ un’altra ricetta appena vista in tv della Barefoot contessa: uova in cocotte alle erbe, che pero’ io ho stramodificato!!!! Il segreto per la buona riuscita di questa ricetta e’ il piatto, la pirofilina singola bassa, perche’ permette la cottura in 5 minuti!

Ammetto che non sono una fanatica delle uova e per imparare a cucinare un uovo ad occhio di bue alla perfezione ci ho messo anni – according to my husband (al quale devo per una volta devo dare ragione!!!) – semplicemente perche’ la sola idea di un uovo “crudo” mi fa star male. Questa ricetta quindi e’ adatta a chiunque abbia il mio stesso problema, perche’ – se seguita alla lettera – il risultato e’ perfetto!

Uova in cocotte con spinaci e caprino

CIMG4612

Ingredienti per 1 persona:

2 uova

1 cucchiaiio di panna fresca

2 cucchiai di burro

sale e pepe

50 gr caprino

100 gr spinaci novelli freschi

noce moscata

Accendere il grill/broiler del forno a 225 C.

Saltare per qualche minuto gli spinaci in padella con un cucchiaio di burro, aggiustare di sale e pepe e profumare con noce moscata.

Rompere le uova e tenerle pronte per l’uso (passaggio importante)

Mettere il tegamino per le uova con la panna e il restante burro sotto il grill fonche’ la panna inizia a bollire. A questo punto il fondo del tegamino sara’ ben caldo, cosicche’ quando si versano le uova, il fondo si cuocera’ immediatamente.

Togliete il tegamino dal forno, distribuite gli spinaci lungo i bordi del piatto, versate le uova al centro, spolverata di sale e pepe sulle uova; distribuite il caprino a pezzetti ed infornate subito sotto il grill per 5-6 minuti, non un minuto di piu’ perche’ le uova continueranno a cuocere nel piatto. Servite subito!

E per il pupo la versione strapazzata con caprino e spinaci:

CIMG4611

23 aprile 2012

Glamour nella giungla!

 

Molto comuni sono qui gli animal cookies, biscottini friabili a forma di animali: ci sono quelli da circo, l’arca di Noe’, la giungla… ai bimbi la scelta!

Dovendo optare per uno snack da portare ad un paly-date, ho scelto proprio gli animal cookies … homemade pero’, altrimenti che sfizio c’e’!!!

La ricetta l’ho presa da qui e non l’ho cambiata. Ci ho un po’ giocato intorno, pero’, alcuni li ho glamourizzati con sparkling sugar, altri li ho intinti nel cioccolato ed altri li ho farciti al peanut butter and jelly. Il problema che sono troppo piccoli, percio’ se ne mangiano troppi!

Animal cookies

animal cookies 2

  • 2 1/2 tazze farina
  • 1 tsp lievito in polvere per dolci
  • 1/2 tsp. sale
  • pizzico di noce moscata
  • 170 gr burro morbido
  • 1tazza zucchero
  • 1 uovo
  • 1 tsp. estratto di vaniglia

Sbattete il burro morbido con lo zucchero finche’ diventa ben gonfio; poi aggiugnete il resto degli ingredienti e fate amalgamare senza lavorare troppo gli ingredienti. Fate riposare la pasta frolla nel frigo per un paio di ore. Per evitare id far assorbire ulteriore farina all’impasto, stendete la pasta tra due fogli di pellicola, ritagliate i biscotti e metteli su una teglia imburrata. Fate raffreddare in freezer per 15 minuti o in frigo per almeno 30 minuti . Bucherellate la pasta  per creare l’effetto tipico degli animal cookies, poi infornate, in forno gia’ caldo, a 180 gradi C per 14-16 minuti.

- Per la versione con lo zucchero, prima di infornare spennellate la superficie con latte e poi coprite con la granella.

CIMG4568

- Per la versione al cioccolato: quando sono cotti, sciogliere del cioccolato al latte, intingere il fondo dei biscottini nel cioccolato e appoggiare su carta da forno finche’ si indurisce. Poi con un cornetto di carta, zigzagare il cioccoclato ciolto sui biscottini.

- Per la versione PJ&B: stendere sul fondo di un biscottino un po’ di peanut butter; stendere sul top di un altro biscottino un po’ di marmellata di lamponi e mettere l’uno sull’altro. spolverizzare con zucchero a velo.

22 aprile 2012

Piu’ veloce di cosi’… parte prima

Quando una ricetta ti colpisce, meglio farla prima possibile, altrimenti ci si scorda, vero? Cosi’ dopo aver visto questa gustosissima e leggerissima ricetta su Fb del Gallo al grill, essendomi accertata di avere tutti gli ingredienti, l’ho fatto subito per la cena. Si tratta di un gratin di patate e zuchine, un contorno semplice ma …so tasty!!! Apprezzatissima da grandi e piccini!

Gratin di patate e zucchine

CIMG4607

Ingredienti per 4:

5 patate

2 zucchine

1 tazza di panko (pangrattato giapponese)

1/2 tazza di parmigiano grattuggiato

2 cucchiai di prezzemolo secco

1 cucchiaio di polvere di aglio

sale e pepe a piacere

olio q.B.

In una ciotola mescolate  formaggio, pangrattato, prezzemolo, aglio, sale e pepe e tenete da parte.

Con il mandolino affettate le verdure e tenete da parte.

Prendete uan teglia quadrata, irrorate con un filo d’olio e spolverate con un po’ del mix di pangrattato, poi fate uno strato di patate. irrorate con olio, spargete un po’ di mix di pangrattato e fate uno srtato di zucchini. Continuate alternando le verdure, irrorare con olio e “separate” dal pangrattato fino ad esaurimento degli ingredienti.

Infornare a 200 gradi C finche’ si formera’ una bella crosticina dorata, circa 45 minuti (dipende dal forno)

 

 

Technorati Tags: ,,

20 aprile 2012

Oh Versatility…

 

Mi piace il fatto che qui in Texas non c’e’ bisogno di una scusa per accendere la griglia: ogni occasione e buona, basta avere un po’ di carbone a disposizione e via parte la grigliata!Ovviamente la prima cosa che si cucina quando si accende il bbq e’ un bel hamburger, niente a che vedere con quei panini striminziti ed insapori dei fast-food. Cosi’ ecco il mio hamburger del venerdi’ sera (ovviamente dell: settimana scorsa!): bun integrale, spinaci freschi, hamburger farcito al blue cheese e cipolle caramellate al balsamico e profumate al sale di funghi porcini, accompagnato da asparagi grigliati (invece delle french fries) e – gia’ che c’eravamo – anche della salsiccia di pollo, spinaci e feta.

CIMG4585

Ma siccome quando si accende la griglia c’e’ sempre un bel fuocherello che duro, si affettano e si preparano  con tanta pazienza tutte le verdure che si hanno nel frigo e si griglia tutto. La versatilita’ delle verdure (melanzane, zucchini, peperoni) grigliate e’ amazing: le si puo’ semplicemente condire con sale, olio, aglio, erbe fresche e balsamico oppure le si puo’ integrare in qualche piatto, come gli involtini di melanzane al forno:

CIMG4605

Ma il piatto che ho mi e’ piaciuto di piu’, utilizzando le zucchine grigliate, e’ stata una variante alla ricetta di spaghetti e zucchine fritte che piace tanto a mio marito:

Linguine con zucchine grigliate, formaggio di capra e pesto

photo

 

Ingredienti per 2

Mentre le linguine cuociono, saltare per pochi minuti le zucchine grigliate (1 zucchina) con un po’ di olio e uno spicchio di aglio. Aggiustatele di sale. Appena le linguine sono ben al dente, scolatele, lasciando un po’ dell’acqua di cottura da parte, e versatele nella padella delle zucchine, aggiungete uun cucchiaio abbondante di pesto e un 50 gr  di formaggio fresco di capra. Fate saltare il tutto in padella per 1 minuto, aiutandovi ad amalgamare il tutto con l’acqua tenuta da parte. Servire subito.

18 aprile 2012

Il primo compleanno non si scorda mai!

 

Anche se sono passati un paio di mesi, quasi tre, voglio comunque pubblicare la torta che ho fatto per il mio pupetto per la sua festa del 1 compleanno. Il tema che ho scelto e’ stato quello della giungla, come e’ decorata la sua stanzetta e poi, dopo il lavagggio del cervello che gli ho fatto, pare che anch'e lui adori gli animali della giungla, tant’e’ vero che con il papa’ siamo andati proprio allo zoo di San Antonio per festeggiare.

Ma il party vero e proprio e’ stato in Italia con tutti i cugini e procugini e gli zii e i nonni, mancava purtroppo solo il papa’ che per motivi di lavoro non e’ potuto essere presente. Un grazie particolare ai nonni materni, che gli hanno regalato la festa e per la pazienza che hanno avuto nel sopportare la figlia nevrotica durante i giorni precedenti ai preparativi!!!!

Un altro grazie a sister Carmen, per il suo aiuto nella decorazione della torta, in particolare ha fatto tutti gli animali di zucchero, tranne la giraffa  (mio personale omaggio a Mordillo) e mi ha prestato tutti gli attrezzi necessari per poter fare la torta.

Premessa: per la prima volta in anni, non ho usato robot da cucina o simili, ma ho fatto tutto a mano… non avendo altra scelta, perche’ mia madre non ne usa e non ne ha!

La base della torta e’ al cioccolato ed e’ una delle piu’ famose ricette del web. Facilissima da eseguire, si mantiene perfetta e morbida per 10 giorni, propriamente avvolta in pellicola, tant’e’ che non bisogna neppure bagnarla.

Auguri ancora mio piccolo cucciolo di giraffa!

Torta safari

CIMG4376

 

base torta: HERSHEY'S "PERFECTLY CHOCOLATE" Chocolate Cake

Ingredienti:

  • 2 tazze zucchero
  • 1-3/4 tazze farina
  • 3/4 tazza cacao amaro
  • 1-1/2 cucchiaino bicarbonato di soda
  • 1-1/2 cucchiaino lievito in polvere
  • 1 cucchiaino sale
  • 2 uova
  • 1 tazza latte
  • 1/2 tazza olio vegetale
  • 2 cucchiaini estratto di vaniglia
  • 1 cup acqua bollente

Preriscaldare il forno a 180. Imburrare ed infarinare la teglia.

Mescolare zucchero, farina, sale, lievito, bicarbonato e sale in una ciotola. In un’altra ciotola, unite le uova, latte, estratto ed olio e versate sugli ingredienti asciutti, mescolando bene. Infine versate sul tutto l’acqua bollente, amalgamate bene, versate nella teglia ed infornate per 30-35 minuti. Controllate dopo 20 minuti, perche’ la cottura varia da forno a forno.

CIMG4383

ripieno:

crema pasticciera mescolata a panna fresca montata e zuccherata e profumata con essenza di zuppa inglese

CIMG4382

copertura:

marshmallow fondant

Per fare il mmf marrone, ho fatto una dose di mmf riducendo lo zucchero a velo e sostituendolo con cacao in polvere; per ottenere il mmf nero ho aggiunto del colorante alimentare nero al mmf marrone.

CIMG4384

 

Non potevano mancare i cupcakes alal banana con frosting alla gianduia

CIMG4381

e i biscottini di pasta frolla decorati da regalare come party favor

CIMG4373

14 aprile 2012

La mia colomba post-pasquale!

 

Finalmente ho avuto il tempo di rimettermi ai fornelli per impastare e, quello che non ho fatto per Pasqua, l’ho fatto ieri: la mitica colomba.

La ricetta che feci nel 2009 non mi soddisfo’ dal punto di vista della consistenza, piu’ simile ad un pandolce che ad una colomba lievitata. Cosi’ ho voluto provare questa ricetta morbidissima di Tania del blog Dulcis in furno, che mi ha colpito proprio per il suo aspetto briochioso. E non mi ha deluso!!! Pero’, non vi aspettate la tradizionale colomba!!! Come ho detto, l’impasto e’ molto simile ad una brioches ed e’ perfetto, penso, persino per preparazioni salate. Quindi, e’ una ricetta da tenere sempre a portata di mano.

Come al solito, ho fatto alcune modifiche: in primis, ho usato per impastare la macchina del pane, perche’ mi assicura la temperatura perfetta per la crescita dell’impasto; poi ho aggiunto canditi e goccce di cioccolato all’impasto; infine, per la glassa di copertura ho usato quella di giallo zafferano.

Colomba pasquale

CIMG4583

Ingredienti:

500g di farina per il pane
150-170g di acqua calda
100g di zucchero
100g di burro
2 uova
1 tuorlo
1 cucchiaino di estratto di arancia
5 g di sale
10g di lievito di birra disidratato

Mettete gli ingredienti nella macchina del pane nel seguente ordine: acqua, uova, sale, estratto, farina, zucchero, lievito e burro morbido. Azionate la macchina al programma impasto/dough, che dura 1 1/2 ora. Quando e’ finito il ciclo, mettete l’impasto su una spianatoia ben infarinata, stendetelo leggermente ed incorporate 50 gr di arancia candita e 100 gr gocce di cioccolata bianca. Avrete un totale di 1.250 kg di pasta. Io ne ho messo 750 gr nello stampo di carta per colomba e il resto ho fatto un piccolo pane.

CIMG4577

Ho poi fatto lievitare per 2 ore.

Per la glassa: ho sbattuto 1 albume con 40 gr di farina di mandorle, o piu’ se necessario, ottenendo una crema densa che non scivola dai bordi della colomba, e l’ho stesa sulla colomba cresciuta e vi ho distribuito delle mandorle sfilettate e della granella di zucchero.

CIMG4580

Poi ho infornato, in forno caldo a 200 C, per 20-25 minuti. Ho sfornato e fatto raffredsdare su gratella. Adesso l’assaggio!!! Vi diro’ poi…

Aggiornamento: Dopo l’assaggio… il sapore e’ proprio delizioso e con l’aggiunta dei canditi e delel gocce di cioccolata mi ricorda proprio il sapore delal colomba. Nota a me stessa: la prossima volta bisogna mettere solo 500 gr di impasto nello stampo, che evidentemetne era da 750 gr!, perche’ a me e’ venuta un’alveolatura troppo compatta. Ma ripeto, il gusto e’ veramente buono!

Un biscottino per un dentino!


Che il mio pulcino e’ un golosone l’ho gia’ detto, per cui non c’e’ da meravigliarsi se la mamma ha iniziato ad impastare ed infornare delizie tutte per lui. Uno dei primi esperimenti che ho fatto, a parte le pappe, sono stati i biscottini per la prima infanzia.
Qui non si trovano ne’ i plasmon, ne’ i mellin o altre note marche conosciute in Italia e l’unica marca che produce biscottini per bimbi piccoli usa tra gli ingredienti lo sciroppo di mais che dicono non e’ molto salutare ed altamente “addictive”. Quindi, dopo aver fatto una ricerca in rete, ho trovato questa ricetta di biscottini, nel blog The perfect pantry (see note)  che si sciolgono in bocca, in tutti i sensi. Unica nota dolente, uno tra gli ingredienti e’ la farina di arrowroot (fecola di arundinacea!!!), che purtroppo non so a cosa corrisponda in italiano, ma che si puo’ sostituire con farina di tapioca o amido di mais  o amido di riso nella stessa quantita'. .

Biscotti per l’infanzia

CIMG3336

1/4 tazza burro, morbido
1/2 tazza zucchero
1 uovo
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 tazza farina
1/2 tazza farina di  arrowroot
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
pizzico di sale

Riscaldare il forno a 180 C.
Montare burro e zucchero finche’ chairo in colore. Aggiungere l’uovo e la vaniglia. Far amalgamare bene, poi unire farina, lievito, sale e arrowroot e mescolare delicatamente. Mettere in una sac-a-poche formare i biscotti su una teglia rivestita in carta da forno o tappetino di silicone ed infornare per 8-10 minuti.
CIMG3329

Nota: il link al blog e’ corretto, ma la ricetta non e’ piu’ inclusa nel post, che precedentemente includeva due ricetta, una delle quali e’ quella che ho usato in questo post.Forse e’ stata rimossa dall’autore.

11 aprile 2012

Per il mio golosone!

 

Siccome in casa non siamo piu’ soli, ma abbiamo una piccola peste tanto golosa, quando cucino qualcosa di particolare, che so che il mio piccolo non potrebbe mangiare, devo escogitare una versione tutta per lui. E devo dire, che il mio piccolino ha veramente apprezzato la sua prima enchiladas! Ovviamente dimentichiamoci del piccante per lui e optiamo per qualcosa di piu’ semplice. Tra l’altro l’enchiladas e’ un ottimo finger food, perfetto per educarlo a mangiare da solo.

Enchiladas con uova e spinaci

CIMG4561

2 tortillas di mais

2 uova

1 manciata di spinaci freschi tritati

1 cucchiaio di formaggio grattuggiato di quello che fonde

sale

Cuocete le uova strapazzate con un pizzico di sale. Poco prima che le uova siano cotte, aggiungete gli spinaci e cuocete per un paio di minuti.Togliete dal fuoco ed unitevi il formaggio. Mettete al centro delle tortillas, arrotolatele e mettetele in una teglia, coprite con formaggio grattuggiato ed in forno per pochi minuti, il tempo di far sciogliere il formaggio.

Il mio cucciolo ha gradito tanto!!!

CIMG4563

Enchiladas per grandi e piccini

 

Le enchiladas sono la versione messicana dei nostri cannelloni, laddove pero’ la sfoglia di pasta e’ sostituita da una tortilla di mais. I ripieni sono tantissimi, dalla carne alle verdure, dai formaggi ai fagioli, il tutto legato dalla salsa piccante nella quale le tortillas vengono letteralmente immerse, prima di essere arrotolate intorno al ripieno.

La mia versione, molto piu’ vicina alla cucina tex-mex, e’ anche adatta per breakfast o brunch, dal momento che ho fatto un ripieno a base di uova e chorizo, la salsiccia cruda piccante messicana. La cosa che mi piace di piu’ delle enchiladas e’ che veramente si puo’ usare di tutto come ripieno, poi ovviamente si possono diversificare le salse di copertura. Per la mia ricetta, pero’, ho preferito non intingere le tortillas nella salsa piccante, ma ricoprirle di pomodorini pelati a dadini con un po’ di jalapeno tritato. Ma andiamo con ordine:

Enchiladas con chorizo, uova e verdure (TEX-MEX)

CIMG4565

Ingredienti per 8-10 enchiladas:

10 tortillas di mais

3 uova

400 gr di chorizo messicana

100 gr funghi, affettati

1 peperone rosso dolce, a dadini

1 cipolla piccola, a dadini

100 gr spinaci freschi

1 scatola (450 gr) pomodori pelati

1 jalapeno

sale

cumino, chili powder

formaggio colby (qualunque formaggio che fonde) grattuggiato a maglie grosse

 

Cuocere la salsiccia in una padella. Quando e’ cotta scolarla dal grasso (io la metto in un colino grande) e tenerla da parte.

Soffriggere peperoni e cipolle in un po’ di olio finche’ teneri, poi aggiungere i funghi e cuocere per pochi minuti. Insaporire con le spezie a piacere e aggiustare di sale.

Sbattere le uova con un pizzico di sale e aggiungerle alle verdure in padella, cuocere a fuoco lento mescolando il tutto, lasciando le uova molto morbide. Spegnere e aggiugnere gli spinaci tritati e la salsiccia.

Riscaldare le tortilla, in modo che siano morbide e facile da arrotolare; mettere un cucchiaione di ripieno, un po’ di formaggio grattuggiato e arrotolare. Appoggiare le tortillas (con la parte della chiusura verso il basso) in una teglia oleata. Quando avrete finito, coprite le tortilla con i pomodori pelati e lo jalapeno, poi finite con uno strato di formaggio ed infornate a 180 per 15-20 minuti. Volendo accompagnate con panna acida, avocado a fette, olive nere, formaggio e lattuga tritata.

7 aprile 2012

Happy Easter 2012

 

Una tradizione americana al 100% , oltre alal caccia all’uovo, e’ quella di regalare cesti pieni di cioccolattini e peeps, ovvero marshmallows a forma di coniglietto o pulcino. I bambini ne vanno matti, non solo perche’ so itratta ei morbidi marshmallow, ma anche perche’ per averli bisogna aspettare solo Pasqua. E’ pur vero, pero’, che proprio grazie al successo dei peeps pasquali, adesso la ditta che li produce ha deciso di avere peeps appropriati per ogni holiday. cio’ non toglie che quelli di Pasqua sono i primi e unici!

Cosi’ quest’anno, avendo pochissimo tempo, ho deciso di fare i peeps per Pasqua. La ricetta e’ quella classica dei marshmallows, alal quale pero’ io ho dato un twist, provando ad usare la gelatina al sapore di ananas, quella che si usa comunemente per fare i jello. Vi metto comunque prima la ricetta originale e poi i cambi apportati. E allora… BUONA PASQUA A TUTTI!!!!

HOMEMADE PEEPS (USA)

CIMG4506

Ingredienti per i marshmallow classici:

3 bustine di gelatina neutra (3/4 di ounce), sciolte in 1/2 tazza di acqua fredda

1 tazza di sciroppo di mais chiaro (light corn syrup) o glucosio

1 1/2 tazza di zucchero

pizzico di sale

1/2 tazza di acqua

Mettee lo zucchero, lo sciroppo, il sale e l’acqua in un pentolino, coprite e fate cuocere per 4 minuti. Togliete il coperchio e proseguite la cottura finche’ lo sciroppo raggiungera’ i 115 C/ 240 F gradi. A questo punto mettete la gelatina nella ciotola dello sbattitore  con el fruste e , a motore acceso, fate colare su un lato della ciotola lo sciroppo caldo. Aumentate man mano la velocita’ dello sbattitore fino a raggiungere il massimo della potenza e sbattete per circa 12-13 minuti. Se volete dargli un gusto particolare, aggiungete un cuchiaio di estratto poco prima di finire di sbattere.

Nel frattempo preparate la teglia – io uso quella bassa da 22X38x2 cm (ma se volete marshmallows alti, usate la teglia della lasagna), ungendola con olio neutro/vegetale e cospargendola abbondantemente di zucchero a velo e amido di mais in uguali quantita’.

Appena i marshmallow sono pronti, ungete una spatola con olio e versate il composto nella teglia pronta e livellate bene. cospargete anche la superficie con abbondante zuchero a velo e amido e fate riposare all’aria per almeno 4 ore o tutta la notte.

Per fare i peeps:

CIMG4508

L’unico cambio che ho fatto nella ricetta: 3/4 di ounce di preparato per gelatina all’ananas + 1/2 ounce di gelatina neutra in polvere. Il resto e’ inalterato.

Ritagliate con gli stampini ben spolverati di zucchero a velo i marshmallows: copriteli o con zucchero cristallizzato colorato o spruzzateli con colorante alimentare.

Con gli avanzi, ritagliate pazientemente tanti quadratini da tuffare nella cioccolata calda!!!!

CIMG4510

 

Buona Pasqua a tutti !!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!