4 giugno 2012

No need to knead!

Lo so il titolo puo’ sembrare cheesy, ma e’ la verita’! Questa ricetta di pane non necessita kneading, ovvero impasto. Ne avevo sentito parlare tempo fa e molti blogger si erano affrettati a fare subito questa ricetta magica dai risultati spettacolari. Seppure anch’io attratta, non so perche’ non mi sono mai cimentata, almeno fino ad ieri sera, quando una mia caro amico Mario, mi ha detto che dovevo provarla. Cosi’ ho fatto l’impasto sabato sera, lasciato riposare e ho ottenuto una splendida pagnotta!

La ricetta e’ quella originaria di Jim Lahey, della Sullivan Street Bakery di NY, che fu pubblicata dal The New York Times nel 2006. Ma, mentre  ho seguito gli ingredienti pari pari, per il metodo di cottura non mi sono avvalsa della pentola da mettere in forno, ma ho provato a fare come ho visto in una bakery in tv e mi sono trovata bene!

No-Knead Bread

CIMG5264

Ingredienti:

3 tazze di farina per il pane
¼ cucchiaino di lievito disidratato
1¼ cucchiaino sale
1 1/2 tazza di acqua tiepida

Mescolare tutti gli ingredienti finche’ ben amalgamati; l’impasto risultera’ appiccicoso. Fate lievitare a temperatura ambiente (sui 21 C) per 14-18 ore. L’ideale e’ preparare l’impasto la sera prima e finire il pane il giorno dopo. Trascorso questo tempo, l’imapsto dovra’ risultare pieno di bolle:

 

CIMG5260

A questo punto, versate l’impasto, aiutandovi con una spatola bagnata, su un ripiano molto infarinato e fate delle pieghe: portate ognuno dei lati verso il centro, come se stesse chiudendo una busta. Poi, prendete un cesto – ovale o rotondo – foderatelo con una tovaglietta di cotone, infarinate la tovaglietta molto bene e mettetevi la pasta del pane con le piegature verso il basso.

CIMG5261

Sebbene l’imasto sia molle, si maneggia facilemente. Infarinate la superfice e coprite con la tovaglia. Fate crescere per DUE ore.

Mezz’ora prima che l’impasto sia pronto, accendete il forno a 230 C, mettendo la pietra per la pizza al centro del forno.

Dopo due ore, infarinate bene la pala per la pizza – e rovesciate delicatamente l’impasto cresciuto, rimuovete la tovaglia ed incidete dei tagli. Infornate e fate cuocere per 20-30 minuti. Per sapere se e’ cotto, battete con un pugno sotto il pane: si deve sentire un suono di “vuoto” dentro, non so se rendo l’idea! Fate raffreddare prima di tagliarlo. Ecco l’interno:

CIMG5267

2 giugno 2012

Facebook gone wild!

 

Penso che le torte di compleanno debbano rispecchiare la personalita’ del festeggiato e, in questo caso, credo di aver azzeccato in pieno. Lisa e’ una mia amica di vita e di Facebook ed e’ particolarmente attaccata al noto social network. Cosi’ perche’ non dedicarle una torta a misura? E siccome e’ una persona sempre gioiosa, le ho infornato la Almond joe layer cake, praticamente la versione torta del Bounty, che qui e’ chiamato Almond joy bar e contiene anche una mandorla (almond) nella copertura di cioccolato. So … Happy Birthday Lisa!

 

Almond Joy Layer Cake

CIMG5230

 

Per la base

Ho usato questa torta al cioccolato profumata con estratto di mandorla. Ho fatto 3 torte quadrate (20 cm).

Ripieno:

1 tazza di latte evaporato

2/3 tazza zucchero

250 gr marshmallow

400 gr di cocco grattuggiato zuccherato

Portate a bollore il latte con lo zucchero in una pentola, poi versatevi i marshmallows e fate sciogliere. Togliete dal fuoco ed incorporate il cocco. Mescolate e lasciate raffreddare prima di usare.

Frosting di copertura:

1/2 tazza di latte evaporato

60 gr burro

300 gr cioccolato fondente

Portate a bollore il latte e il burro. Versate sul cioccolato, aspettate 5 minuti, poi mescolate. Fate raffreddare prima di spalmarla sulla torta

Per decorare:

marshmallow fondant

royal icing colorato

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!