29 aprile 2013

A little magic in the kitchen…

 

Let’s see… cosa posso ripescare oggi dal mio archivio di ricette fatte e mai pubblicate ? Qualcosa di magico !!!! eh si, questo dolce e’ come una magia: si mescolano gli ingredienti, si inforna un liquido strano e si sforna un dolce semplicissimo e molto goloso!

Questa ricetta e’ apparsa su Pinterest e la prima persona che l’ha scoperta ha detto chiaramente di essere stato scettico quando ha letto la ricetta. E, come lui, anch’io… ma – e’ proprio il caso di dire – provare per credere! Praticamente, mescolando gli ingredienti nella quantita’ e nella modalita date (non fate come faccio di solito che tolgo e aggiungo a piacimento !!!) si ottiente una torta a tre strati: piu’ densa sul fondo; al centro sembra crema pasticciera e l’ultimo strato sembra un souffle/pancake. Se lo fate il giorno prima e lo conservate in frigo, la consistenza non cambia per niente, neppure dopo diversi giorni. Anzi, si taglia meglio ed per me ha piu' sapore. Ma, se vi serve un dolce da fare all’ultimo minuto, si puo’ anceh fare! Siccome, come vi ho accennato, l’ultimo strato mi ricorda i pancake, mi piace servirlo con dello sciroppo di acero e zucchero a velo. Ma del dulce de leche o della ganache sarebbero perfette!

Adesso, dopo saver superato ogni minima traccia di scetticismo, devo provare la versione al cioccolato… goduria pura!

 

Magic Cake

photo (36)

 

  • 4 uova, a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaio di acqua
  • 150 g zucchero
  • 125 g burro sciolto 
  • 115 g farina
  • 500 ml latte tiepido
  • zucchero a velo

 

Preriscaldate il forno a 170 C. Imburrate una teglia quadrata (20x20 cm – 8 inches).

Separate i tuorli dagli albumi. Montate gli albumi a neve ferma e tenete da parte. 

Montate i tuorli con lo zucchero; aggiugnete  il burro fuso e l’acqua e mescolate per un paio di minuti. Versate la farina e fate incorporare bene.

Versate gradualmetne il latte e fate amalgamare bene. Infine, aggiungete gli albumi montati, 1/3 alla volta, usando una spatola.

Versate il composto nella teglia imburrata and infornate per 60 –70 minuti o finche’ il top e’ ben dorato.

Quando il dolce e’ freddo, tagliatelo in 9 quadrati e spolverizzate con zucchero a velo. Io ho aggiunto sciroppo d’acero e lamponi freschi.

Nella foto sottostante si vedono benissimo i tre strati magici!!!

 

photo (37)

24 aprile 2013

A french inspired brunch

 

Non c’e’ niente di meno francese del La Madeleine, una catena di ristoranti (stile mensa), che, secondo la loro ideologia, si ispirerebbero nel menu’ alla cucina francese. Persino il modo in cui sono stati arredati vuole dare un senso di stile europeo, molto rustico, quasi da bistro’ di campagna. Diciamo che, il gallo finto non aiuta, come pure le finte foto che si trovano in tuti i ristoranti, gli attrezzi “antichi” da cucina che sono appesi qua e la’ sui muri e il camino (a Houston, dove neppure d’inverno si accende quasi mai?!?). Comunque sia, francese o americano che sia, questo ristorantino e’ un luogo perfetto per incontrarsi con le amiche perche’ e’ cozy, il loro caffe’ e’ molto buono e lo potete  accompagnare con pane fresco (di diversi tipi) spalmato con diverse qualita’ di marmellata. Ma – ripeto – se ci andate perche’ pensate sia cucina francese, mettetevi il cuore in pace.

Perche’ ve ne parlo allora? Perche’ c’e’ un piatto “Chicken friand” (il nome e’ stato inventato ovviamente !) che preparano che e’ piaciuto molto a mio marito la prima volta che l’assaggio’ anni e anni fa (prima ancora che io venissi negli States); infatti, volle portarmi – facendomi la stessa premessa che ho scritto sopra! – per farmi assaggiare questo “famoso” piatto. E ricordo ancora che ordinai anche la Caesar salad, allora del tutto sconosciuta per me, e mi piacque molto il loro dressing (anche se un po’ aglioso).

Longo story short… ho avuto alcune amiche per lunch qualche tempo fa e ho pensato di ispirarmi a quei piatti pseudo francesi. After all. they taste so goood!

Ultima nota: trovare la ricetta del Chicken friand online non e’ stato compito facile ed alcune imitazioni non sono vicine per niente all’originale. Questa ricetta dalla quale sono partita, invece, sembra proprio uscire dalle cucine della Madeleine! Si tratta di un involucro di pasta sfoglia contentente pollo rosolato, besciamelle e funghi rosolati e, dimenticavo, gruyere, come un vol a vent chiuso a fagottino.

 

Chicken friand with supreme sauce

 

CIMG6768

Ingredienti x 6:

Per la duxelle di funghi:

Rosolate in padella, con 4 cucchiai di olio (o meta’ burro e meta’ olio) 1/2 cipolla tritata per qualche minuto; aggiungete 1 spicchio d’aglio tritato, rosolate per 30 secondi, poi unitevi 400 gr di funghi cremini tritati; profumate con timo fresco e fateli cuocere. In ultimo, aggiustate di sale e pepe.  Mettetene da parte 1 tazza per la salsa e il resto per il pollo.

 

Per il pollo: *

Saltate in padella in un po’ di olio 650 gr di petto di pollo tagliato a cubi. Fatelo rosolare, ma non cuocetelo del tutto, perche’ finiremo la cottura in forno (se adesso lo  cuocessimo del tutto diventerebbo troppo secco). Tenete da parte.

* Nota: ho usato anche il tacchino, seguendo lo stesso procedimento

 

Per la salsa supreme:

Preparate un roux, sciogliendo 2 cucchiai di burro e mescolandoli con 2 cucchiai di farina. Cuocete per qualche minuto, sfumate con un po’ di vino bianco, fate evaporare l’alcool, poi gradualmente versate 250 ml di brodo di pollo caldo, ottenendo una cremina senza grumi. Aggiungete 75 ml di panna liquida e fate incorporare bene, a fuoco molto basso. Dopo pochi minuti versate 125 gr di gruyere grattuggiato e fate sciogliere bene. Infine, aggiungetevi i funghi tenuti da parte. Aggiustate con sale e pepe e tenete al caldo.

 

Per l’assemblaggio finale:

  • 2 fogli di pasta sfoglia (confezione da 500 gr)
  • 125 gr gruyere grattuggiato
  • 1 uovo sbattuto con un po’ di acqua

Prendete i fogli di pasta sfoglia scongelata: un foglio vi servira’ per le basi, l’altro per ricoprirle. Ora, a seconda di quanto grandi o piccoli volete fare le porzioni, ritagliate dei quadrati di sfoglia (4  o 6 per foglio). Spennelalte i lati del quadrato con l’uovo, poi mettete al centro di ogni quadrato un po’ di pollo, un po’ dei funghi tenuti da parte, un po’ di gruyere ed 1 cucchiao di salsa supreme. coprite con un quadrato di pasta sfoglia, sigillando bene i bordi con i rebbi di una forchetta. Spennellate tutta la superficie con l’uovo.

Infornate a 200 c per 15-20 minuti, il tempo di far cuocere la pasta sfoglia e farla diventare ben dorata. Servite subito, versando piu’ salsa supreme sul fagottino di pollo.

L’ho accompagnata, ovviamente da una caesar salad (ho usato il dressing comprato alla Madeleine … ops!!!).

Nota:  le polpettine che si vedono nella foto erano l’antipasto: polpettine di cavolfiori e patate al forno

23 aprile 2013

Strawberry Shortcake

 

Le fragole per me rappresentano il frutto della primavera, sara’ il colore o la freschezza del loro sapore. Fatto e’ che con le fragole si possono creare bellissimi e buonissimi piatti, dal primo (come il risotto alle fragole) a dolci all’infinito…

Stamattina vi propongo un dolce anglo-americano: lo strawberry shortcake (si’ proprio come il nome del cartoon!). Perche’ anglo-americano? Perche’ la versione inglese prevede una base morbida di pan di spagna, mentre quello americano una base di biscuit.

Ma mi chiedo… What is "Short" about Shortcake? Sapevo che “short” nell’inglese antico significava “grasso”, quindi si intendeva un dolce con l’aggiunta di lardo/burro per rendere il dolce piu’ morbido. Ma un altro significato viene da un altro verbo del 1400 “to shorten”, che significa “che si sbriciola facilmente” (al contrario del pane, la cui mollica non e’ “crumbly”)

Qualunque sia il significato, resta un dolce molto semplice, sia come esecuzione, che come dolce di per se’, che puo’ essere preparato con anticipo  ed assemblato all’ultimo momento.

 

Strawberry shortcake (USA)

CIMG4407

 

Ingredienti per 6 persone

Adattata dalla rivista Fine Cooking n 58, Giugno/Luglio 2003

Per il biscuits

2 tazze di farina
1/3 tazza di zucchero
2-1/2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci
1/4 cucchiaino di bicarbonao di soda
1/2 cucchiaino di sale
115 gr burro freddo,  tagliato a dadini
1 uovo
1/4 tazza di panna fresca
1/4 tazza di buttermilk/latticello

Preriscladate il forno a 220 C.

Impastate farina, zucchero, sale, lievito e soda con il burro, ottenendo un impasto granuloso; aggiungete l’uovo, la panna e il latticello precedentemente mescolati tra loro e lavorate velocemente l’impasto, che risultera’ leggermente umido (ma non aggiungete altra farina). Se al contrario dovesse faticare a risultare compatto, aggiungete 1 cucchiaio extra di panna alla volta, finche’ non otterrete un impasto che non si sbriciola.

Infarinate leggermente un piano di lavoro e stendete la pasta in 2 cm di altezza. Con un tagliabiscotti rotondo di 6.5 cm di diametro tagliate il biscotto, premendo e tagliando verso il basso SENZA far roteare il tagliabiscotto (queto passaggio e’ importante, eprche’ girando il agliabiscotto, si sigillano i lati del biscotto, che non avra’ piu’ una consistenza aereata, ma sara’ densa). Mettee i biscuit preparati, prelevandoli con una spatola, su una placca coeprta da carta da forno. Raccogliete la pasta, rilavoratela gentilemente e formate altri biscuit. Alal fine dovrete averne 6.

Spennellateli con panna fresca e distribuitevi dello zucchero sopra e poi infornateli per 10-15 minuti, finche’ la superficie sara’ bella dorata. Fateli raffreddare bene prima di tagliarli a meta’e farcirli con il ripieno di fragole.

Per il ripieno:

1-1/2 tazza panna fresca da montare
2 cucchiai (o piu’ se vi piace piu' dolce)
450 gr fragole mature
2 cucchiai di zucchero o piu’, secondo il gusto

Montate la panna con lo zucchero e volendo con un po’ di scorza di limone. Tenete da parte.

Tagliate le fragole a fette; poi schiacciatene 1/3 con la forchetta in una ciotola e unitele alle fragole restanti a fette; conditele con lo zucchero ( e volendo qualche cucchiaio di limoncello). Mescolate bene e lasciate macerare per almeno mezz’ora.

Assemblaggio:

Al momento di servire, tagliate il biscuit a meta’; mettete la base in un piatto, coprite con le fragole macerate e abbondante panna montate; mettete il “coperchio” , un altro po’ di fragole e un ciuffetto di panna!

 

21 aprile 2013

Oggi e’ domenica… si sciala!!!

 

Questa e’ una ricetta che ho fatto tempo fa, ma oggi la rifaccio. E, mentre preparo gli ingredienti e il sugo, inizio a postarvi la ricetta nel caso vi venisse voglia!!!!

Gli scialatielli sono un formato di pasta fresca tipico della mia bella Campania,  piu’ corte degli spaghetti e di forma rettangolare (5 mm x 10 cm di misura). Ho imparato che il loro nome sembra derivare da due parole dialettali "scialare" (godere) e "tiella-i" (padella). Ed effettivamente sono uno di quei piatti che sono una goduria a mangiarli! Penso di essermi innamorata degli scialatielli dopo averli mangiati a Capri un paio di anni fa, in un ristorantino locale Il verginiello (ottimo cibo e prezzi, niente a che fare coi ristoranti per turisti dove ti spennano passandoti un menu mediocre).

La mia versione, per quanto non tradizionale, usa pero’ ingredienti tipici della cucina mediterranea, quale melenzane e pomodori. Vediamo un po’ che ho combinato…

 

Scialatielli rossi alla crema di melanzane e pomodorini brulee

CIMG5706

Scialatielli

300 gr farina

300 gr di farina di semola

2 uova

180 ml di latte

2 cucchiai di conncetrato di pomodoro (ma se volete un colore piu’ acceso aumentate la dose)

40 gr di formaggio grattuggiato

2 cucchiai di olio

Impastate tutti gli ingredienti ottenendo un impasto omogeneo e fate riposare una mezz’oretta prima di tirare la sfoglia. Ho usato la sfogliatrice elettrica e ho tirato la pasta prima fino al numero 4, poi ho provato anche il 5 per una pasta piu’ sottile. Personalmente preferisco il numero 4 perche’ mi piace lo scialatiello un po’ piu’ doppio.

CIMG5695

Condimento:

3 melanzane (1.2 kg)

1 cipolla

1 spicchio di aglio

sale e pepe q. b.

olio extravergine di oliva

450 gr di pomodorini ciliegia

un pizzico di zucchero

pinoli tostati a piacere

basilico fresco

 

Mettete le melanzane tagliate a pezzi grossi in una teglia da forno con la cipolla affettata, l’aglio, un po’ di sale e pepe ed un po’ di olio. Cuocete in forno a 200 C finche’ ben cotta. Mettete nel frullatore e fate un puree aggiungendo un po’ di olio a filo e del basilico fresco.

Mentre la pasta cuoce, fate saltare in padella, con olio, sale, pepe e il pizzico di zucchero, i pomodorini interi finche’ si  rosolano ben bene, ma sono ancora quasi del tutto interi.

Condite la pasta con la crema di melanzane, aggiungendo un po’ di acqua di cottura se necessario; poi versate i pomodorini sulla pasta e i pinoli; basilico fresco tritato e parmigiano grattuggiato. Buon appetito!

17 aprile 2013

Cinnamon rolls 101

 

Le cinnamon rolls sono state amore a prima vista da quando sono venuta negli States. Le ho gia’ fatte diverse volte e pubblicate anche in questo post. Le ricette delle cinnamon rolls sono pressapoco simili in tutti i ricettari: si tratta di un impasto per il pane bianco americano, quello per sandwich per capirci, arricchito da buro, zucchero e cannella e ricoperte da un frosting di glassa di zucchero o di cream cheese. C’e’ chi usa la pasta sfoglia … WRONG !!!! Totally WRONG!!!! Devono essere morbide, anzi morbidissime!!!!

Faccio l’impasto nella mdp, perche’ e’ molto conveniente, ma si puo’ fare sia a mano, sia con l’impastatrice.

 

Cinnamon rolls with pecan and cranberry filling (USA)

photo (18)

Per l’impasto:

2 tazze  (450 ml) di latte

2 1/2 cucchiai di zucchero

4 1/2 cucchiaini di lievito in granuli

5 cups – 5 1/2 cups di farina

1 pizzico abbondante di sale

85 gr burro sciolto

 

Mettetete tutti glii ngredienti nella mdp, cominciando dai liquidi e dal sale, poi la farina ed infine il lievito e lo zucchero; azionate la macchina programma Dough/impasto e andatevi a prendere un caffe’!!!!

 

Ripieno:

80 gr burro morbido

1/2 tazza di zucchero melassato

2 cucchiai di cannella in polvere

noci pecan a pezzettini e cranberry ed uvetta rinvenute in rum a piacere (optional)

 

Mescolate lo zucchero e la cannella e tenerte da parte. Quando l’imapsto e’ lievitato, stendetelo – possibilmente nella forma rettangolare - su una superficie leggermente infarinata e spalmatelo con abbondante burro; poi distribuite su tutta la superficie lo zucchero “cannellato” e la frutta secca, se la usate.

 

photo (35)

Arrotolate l’impasto dal lato piu’ largo del rettangolo, cercando di stringere il rotolo man mano che lo si avvolge.

 

photo (34)

Tagliate le rondelle usando … filo interdentale (il miglior e piu’ veloce metodo ever!!!!). sistemate le girelle su una placca ricoperta da carta da forno, coprite con pellicola trasparente imburrata dalal parte che copre le girelle e mettete in frigo per tutta la notte.

photo (33)

 

Un’ora prima di infornarle, tiratele fuori dal frigo per farle ritornare a temperatura ambiente; poi preriscaldate il forno a 200 C e cuocetele perr 15-20 minuti finche’ ben dorate.

 

photo (31)

Mentre ancora tiepide, inondatele col frosting: fate una glassa di zucchero densa con panna fresca e zucchero a velo, profumando il tutto con essenza di arancia. La glassa deve scivolare, quando versata partendo dall’alto, ma deve comunque aderire alla girella.

photo (30)

Ed ecco pronte le peccaminose cinnamon rolls!

Teachers Appreciation Week

 

Sono gia’ passate due settimane, in realta’, ma ve ne volevo parlare perche’ lo trovo veramente gratificante per le insegnanti. Le scuole dedicano una settimana intera, fatta di piccoli gesti, per far ringraziare le insegnanti da parte di genitori ed alunni. Nella scuola del mio bimbo i festeggiamenti sono iniziati con una colazione servita dalle mamme per tutte le maestre e sono finite con un bel pranzo. Poi, ogni altro giorno, un tema diverso: un piccolo regalo da parte di ogni bimbo, un bigliettino fatto a mano, la giornata degli snacks (ognuno doveva portare degli snack epr riempire la pantry degli insegnanti da qui alal fine dell’anno). Piccole cose che fanno certamente sentire appagate ed apprezzate le maestre per il lavoro che svolgono quotidianamente sempre sorridenti e con tanta pazienza! I toddlers, ovvero la classe del mio bimbo, ha tre maestre davvero speciali che ringrazio di cuore: Mrs Maria, Mrs Lori and Mrs Sue.

E siccome mi e’ stato affidato l’incarico di room mom, ovvero quella che coordina le feste in classe e i regali per le insegnanti, ecco come ho gestito questa settimana. Siccome i toddlers non partecipavano direttamente alla colazione, poiche’ non vanno a scuola il lunedi’, ho infornato della cinnamon rolls fresche e consegnate il martedi’ mattinata per tutto lo staff da parte dei piu’ piccolini

photo (18)

Per quanto riguarda il regalo alle insegnanti, dopo aver letto che spesso i regali fatti a mano non sono proprio apprezzati al 100%, ho chiesto alle mamme di portare un oggetto per la cucina, nonche’ di darmi una ricetta di famiglia per fare un piccolo librino da parte dei bimbi. E’ venuto proprio un bel basket: il contenitore era una teglia rettangolare contenente un guantone da forno, grembiule, cucchiai e cups per misurare gli ingredienti, un colino, un cookie cutter a forma di mela (ovviamente!), un piccolo grattuggino (piu’ che altro mi serviva per la decorazione finale!!!), sapone per le mani al profumo di mela, una spatola a forma di margherita, un vaso di vetro con la scritta caffe’ contenente una gift card di Starbucks.

photo (19)photo (26)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per la direrttrice, invece, un pensierino piu’ piccolo e dolce: un bundt cake al limone con frosting alla vaniglia

 photo (27)

Ed infine, per il lunchen tenutosi il Venerdi’… strawberry cupcakes per tutti!!!

photo (28)

15 aprile 2013

Stanchi dei soliti cupcakes?

 

Anch’io!!! E allora invece dei soliti cupcakes zuccherosi…. i finti cupcakes fatti con polpettone e puree di patate per un piatto simpatico e gustoso, perfetto anche per parties e buffets, perche’ si possono preparare in anticipo e sono gia’ porzionati per essere serviti. L’idea l’ho vista su internet, fatti in diverse varianti. Li ho preparati due volta, finora:  una volta ho fatto il classico meatloaf/polpettone all’americana, la seconda volta gluten  free and dairy free (prossima ricetta). Ed anche in questo caso, potrete apportate tutte le varianti che vorrete, nel tipo di carne, verdure, formaggi etc…

Meatloaf Cupcakes with Mashed potatoes frosting

CIMG6741

Versione classica:

(per le quantita’ sono andata ad occhio) ho fatto un impasto con carne macinata di manzo, qualche cucchiaio di worchestershire sauce, sale e pepe, italian seasoning (un misto di erbe secche tipo maggiorana, timo, prezzemolo), un po’ di aglio tritato, polvere di cipolla essiccata, un uovo per legare il tutto, pane ammorbidito nel latte e strizzato, parmigiano grattuggiato e del ketchup. Ho porzionato in uno stampo da muffin; ho messo su ogni cupcake un cucchiaio di ketchup ed infornato a 180 per 15-20 minuti.

Nel frattempo ho preparato il pure’ di patate: ho schiacciato le patate lesse, le ho insaporite con sale, pepe, noce moscata, un bel pezzetto di burro e abbastanza latte caldo da farmi ottenere un composto abbastanza sodo da poter essere spremuto con la sac a poche, ma morbido cosicche’ non diventava troppo secco nel forno.

Appena i “cupcake” sono pronti, toglieteli dal forno; decorateli con il “frosting” di pure’ e riimettete in forno per altri 10 minuti. Sfornate e servite subito!

 

CIMG6742

5 aprile 2013

Brunch time!!!!


Si avvicina il week end… tempo per pensare ad un mini brunch in famiglia, no? Qualche mese fa ho fatto questa ricetta SEMPLICISSIMA ma di grande effetto e molto gustosa. La ricetta l’ho vista su internet ed ed una di quelle che a guardarle uno direbbe” perche’ non ci ho pensato prima?!?” Mi vergogno quasi a pubblicarla!!! Ma e’ talmente tanto buona che vi consiglio di provarla!!!!

Uova in cocotte di avocado con blue cheese e pico de gallo


CIMG6870
Ingredienti per due persone:
1 avocado maturo, ma ben sodo
2 uova fresche
sale, pepe nero
gorgonzola/blue cheese q.b

Riscaldare il forno a 200 C. Tagliare l’avocado a meta’, rimuovere il nocciolo centrale e, se lo spazio vuoto e’ troppo piccolo rimuovete un p’ di polpa, con un cucchiaio.
Versate un uovo al centro del meta’ avocado, distribuitevi un po’ di gorgonzola sbriciolato, sale e pepe ed infornate per circa 15 minuti.
Servite con pane tostato e pico de gallo.
Yummy!!!!!

4 aprile 2013

Con le mani in pasta… di zucchero!

 

Parte seconda

Come dicevo poca’anzi… finalmente ho fatto una torta per un baby shower per una bimba tutta in rosa. Avendo un maschietto, il rosa mi perseguita nei negozi con tutti quegli abitini per bimba con frilli, pizzi e fiori e, quindi, alla prima occasione presentatami ne ho approfittato. E rosa sia…

La torta e il forsting sono gluten free e dairy free. Anzi devo dire che la torta base di per se e’ molto buona, soprattutto se vi piace il miele! Si puo’ servire cosi’ come e’, con una ulteriore spennellata di miele per farvi aderire delel mandorle tostate e sfilettate.

 

Dress Baby Shower Cake

Baby girl

 

photo (23)

 

Flourless Honey – almond cake

Adapted from here

Per la torta (GLUTEN FREE)

  • 1 1/2 tazza di farina id mandorle ( o mandorle macinate finissime)
  • 4 uova
  • 1/2 tazza di miele
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di soda
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci (mia aggiunta)
  • 1/2 cucchiaino  di sale

 

Preriscaldate il forno a 180.

Imburrate la tortiera e copritela con cata da forno ed imburrate anche questa.

Montate i tuorli col miele, aggiungete vaniglia, farina di mandolre lievito e soda e sale. Mescolate bene.

Monate a neve non troppo ferma gli albumi ed incorporateli gentilmente con una spatola al composto di uova. Versate nella tortiera ed infornatefinche’ ben dorata ed, inserendo uno stuzzicadente al centro, questo ne esce asciutto. Fate raffreddare 10 minuti prima di rimuovere dalla teglia

 

photo (24)

Per il frosting:

1 tazza di olio di cocco – solido a temperatura ambiente

4 tazze di zucchero a velo

acqua di cocco (o latte di cocco) q.b.

 

Montare l’olio di cocco finche’ diventa leggero e voluminoso (fluffy); aggiungere lo zuccchero gradualmente e diluire con l’acqua di cocco per avere una consistenza morbida e vellutata

 

photo (25)

Per il mmf fondant la ricetta e’ la mia solita

Per la torta, dal momento che e’ bassa e molto delicata da tagliare, ho preferita non farcirla. Quindi ho spalmato la torta con una marmellata di frutti di bosco; poi ho fatto uno strato non molto sottile di frosting (visto che di solito il frosting va dentro e sopra!!) e ho ricoperto il tutto con il mmf fondant.

3 aprile 2013

Con le mani in pasta… di zucchero!!!

 

Parte prima

Queste ultime settimane e’ stato pazzesco quanti dolci e torte abbia fatto, consideerando il tempo che ci metto con il pupo che mi scorrazza per casa a fare danni!!! Pero’, in tutto questo, non ho fatto neanche una pastiera per Pasqua!!!! Uova di cioccoalto si’, ma poi torte di compleanno, torte per baby shower, coniglipasquali epr la scuola, cake balls, ciambelloni vari, cinnamon rolls ed ancora non ho finito per questa settimana… Ma iniziamo con ordine con un paio di torte per baby shower, una per un maschietto, una per una femminuccia. Quest’ultima torta e’ tra l’altra gluten-free e dairy-free.

 

Rubber duck cake

Boy baby shower

photo (4)

Ochetta in cioccolato

Vasca da bagno in cereali e marshmallow ricoperta di mmf fondant

Acqua fatta con gelatina di lamponi

Copertura in mmf fondant

Torta base: yellow cake

Icing: Italian buttercream al cotton candy

photo (11)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!