13 agosto 2013

Do not mind the rabbit…

 

L’estate e’ la stagione degli agrumi… per i colori, per l’aroma e per la freschezza che donano. Il miglior cupcake per l’estate e’, per forza, quello fatto col profumo di lime, ancora meglio se ricorda il key lime pie (che io adoro!!!!). Questa e’ la mia versione, che ho fatto pero’ intorno al periodo pasquale – ecco spiegati i conigli!!!), perche’ il key lime pie e’ un dolce primaverile/estivo che si puo’ trovare tra i pies sulle tavole di Pasqua.

La base e’ una rivisitazione del ciambellone di Adelaide – che ho gia’ fatto qui, qui e qui in diverse interpretazioni!!! – profumato al lime col classico cream cheese frosting ovviamente profumati al lime! Unico suggerimento… si mangiano con la forchetta!!!!

Key lime pie cupcakes

key lime pie cupcakes

 

Ingredienti per 24:

 

Per i cupcakes

250 g di zucchero
250 g di farina
3 uova
130 g di olio di semi
1 bustina di lievito in polvere per dolci
40 ml succo di lime
1/2 cucchiaino di estratto di lime
scorza di 1 lime
pizzico di sale

Mescolate farina e lievito in una ciotola e tenete da parte.

In un’altra ciotola mescolate estratto, acqua e succo di lime e tenete da parte.

Montate le uova con lo zucchero e un pizzico di sale. Versatevi 1/3 della farina; aggiugnetevi meta’ dei liquidi; poi di nuovo 1/3 di farina e l’atra meta’ dei liquidi, facendo amalgamare bene tra un’aggiunta e la’ltra. Terminate aggiungendo la farina restante.

Versate nei pirotttini di carta dipsosti negli stampi da muffin ed infornate in forno preriscaldato a 180 C per 10-15 minuti (controllato con uno stecchino che il docle sia asciutto al centro). Appena cotti, rimuoveteli dallo stampo e mettetli su una griglia a raffreddare

 

Per il ripieno

cream cheese frosting, diluito con latte condensato zuccherato e profumato con estratto di lime

IMG_1350

Per il topping:

cream cheese frosting profumato con la scorza di  2 limes, un po’ di succo di  lime ed estratto.

IMG_1352

Con uno scavino, fate un buco al centro di cupcake, riempiteli col ripieno e ricopriteli con la parte di torta rimossa.

Mettete il frosting di copertura nella sach-a-poche e decorate i cupcakes. Volendo aggiungete granella di zucchero verde .

This work is licensed under a Creative Commons license.

12 agosto 2013

Tagliatelle in rosa

 

Vivendo in un paese dove il salmone regna sovrano, non potevo certamente non usarlo in cucina! Certo le mie prestazioni in cucina sono ancora limitate dalla mancanza di tutti i miei gadget, ma in questo caso non servono! L’importante e’ la scelta degli ingredienti!

Questo piatto e’ velocissimo da preparare, un classico volendo di molte cucine… la pasta al salmone… che io ho rivisitato (di nuovo, cambiando un paio di ingredienti rispetto alla mia precedente versione), aggiungendo gli ingredienti che uso quando preparo le tartine al salmone affumicato: i capperi, le cipolle, una macinata abbondante di pepe e panna acida e scorza di limone grattuggiata! Mi vergogno quasi a publbicare questa ricetta, ma spesso le ricette piu’ semplici sono quelle piu’ buone!

 

Tagliatelle Salmonate

 

DSC00979 

 

Ingredienti per 2 (e mezzo):

300 gr tagliatelle all’uovo secche

150-200 gr salmone affumicato

scorza di 1 limone

1/2 cipolla tritata finissima

1-2 cucchiai di burro

1-2 cucchiai di capperi

doppia panna o panna acida (se preferite un gusto un po’ piu’ amaro)

pepe nero macinato al momento (facoltativo)

sale q.b.

1-2 cucchiai di scotch Glenlivech (12 years)

 

Mentre la pasta cuoce, in una padella capiente fate soffriggere la cipolla nel burro finche’ tenera; aggiungete i capperi e il salmone  spezzettato e cuocete per pochi minuti. Aggiungete lo schotch e fate evaporare l’acool. Salate a piacere.

Scolate la pasta molto al dente, gettatela nella padella, versate la panna (la quantita’ dipende da quanto cremosa volete la pasta) e fate amalgamare bene, cuocendo in tutto per 1 minuto. Completate con la scorza di limone ed abbondante pepe macinato a piacere.

This work is licensed under a Creative Commons license.

10 agosto 2013

The proof is in the pudding

 

E’ da un po’ di giorni che ho voglia di budino al cioccolato, come quelli che vendono gia’ pronti, ma senza conservanti e schifezze varie. La voglia e’ venuta da quando ho comprato qui in Scoziadegli stampini tutti colorati   fatti proprio per i pudding.

Il budino al cioccolato e’ forse il dolce che piu’ mi da’ l’idea di comfort-food, che ti riporta ai dolci di un tempo fatti in casa, semplici, che non richiedevano ingredienti strani o bilance o altri strumenti specifici. A volte penso che nella corsa di creare dolci spettacolari, che spesso colpiscono lo sguardo piu’ che il palato, ci si sia dimenticati dei sapori veri…

Questa e’ una di quelle ricette fatte ‘ad occhio’ dove bisogna regolarsi con  gli ingredienti, aggiungendo eventualmente  un po’ piu’ di fecola per ottenere la giusta consistenza ed aggiustandolo di zucchero se piace piu’ dolce.. Il procedimento e’ lo stesso che si usa per la crema pasticcera.

Ringrazio Carla per aver condiviso la ricetta con me!

 

Budino al cioccolato della Nonna

photo (4)

 

Ricetta di Carla

Ingredienti per 4-6 budini (dipende dagli stampini e da quanto li riempite)

 

1/2 litro di latte (io ho usato quello parzialmente scremato)

4 cucchiai pieni di cacao amaro

4 cucchiai pieni di maizena

6 cucchiai pieni di zucchero

2 cucchiai di caffe’ espresso

pizzico di sale

 

Riscaldate 3/4 del latte.

Nel frattempo, mescolate cacao, maizena, zucchero, sale con una frusta, per eliminare eventuali grumi, ed aggiungete gradualmente il latte freddo rimasto e il caffe’, facendo amalgamare il tutto.

Versate il latte caldo su questo preparato e rimettete sul fuoco a cuocere, mescolndo spesso, finche’ la crema si addensa.

versate negli stampini o in bicchieri di vetro e mettete a raffreddare in frigo per diverse ore.

photo (5)

Questi stampini, avendo un piccolo coperchio anche sul fondo, permettono di rimuovere il pudding dal vasetto senza problemi, Altrimenti, dgustate direttamente dal contenitore!!!!

photo (3)

Si sfornano meglio il giorno dopo!!!

DSC01211

This work is licensed under a Creative Commons license.

8 agosto 2013

Rose per la maestra

 

30 maggio 2013

Un altro post “dal passato”…

Poco prima che la scuola finisse, una delle maestre del mio bimbo (hanno tre maestre in classe) mi ha chiesto di preparare una torta per un’altra delle maestre, il cui compleanno sarebbe stato durante le vacanze estive, non farla sentire esclusa, visto che le altre maestre avevano festeggiato tutte durante il periodo scolastico.

Ora, per quanto riguarda la ricetta, l’autrice da cui ho preso la ricetta lo definisce “the best mud cake”. La mia esperienza con i mud cake e’ piuttosto limitata, pero’ ho trovato, seppur buono come sapore, questa torta un po’ troppo densa per i miei gusti, ma e’ perfetta se deve essere usata per essere coperta in mmf. La farcitura invece e’ “to die for” da ripetere come ripieno per altre torte. La ricetta originale prevede, inoltre, una copertura a base di cioccolato fuso (come per la sacher), ma io ho optato per la crema al burro, volendo decorare la torta in maniera carina ( e veloce). Con il magico tip # M1 e sac-a-poche e’ possibile ottenere l’effetto rose.

Ultima nota: ho usato uno stampo da 8 inches/20 cm e il resto del composto l’ho usato per fare dei mini cupcakes.

 

Happy Birthday Mrs Lori!

 

DSC00314

 

Chocolate Mud Cake

Adapted from here

Ingredienti:

350 gr cioccolato fondente

225 gr burro

600 ml acqua (io ho usato la stessa quantita’ di caffe’ lungo)

3 uova

400 gr zucchero

400 gr farina

pizzico di sale

1 bustina lievito in polvere per dolci/ 1 tablespoon

 

Preriscaldare il forno a 170 C.

Imburrare ed infarinare una teglia rotonda da 9 inches/23 cm. Mettere sul fondo anche un pezzo di carta da forno dello stesso diametro ed imburrare ed infarinare anche questo.

Sciogliere sul fuoco burro, cioccolato ed acqua, mescolando spesso, finche’ il composto e’ comletamente sciolto e liscio.  Far raffreddare leggermente.

In una ciotola, sbattere leggermente le uova ed aggiungerle al cioccolato, incorporando bene.  Poi aggiungere lo zucchero e la farina e il lievito ed un pizzico di sale, ottenendo un composto ben amalgamato. Versare nella teglia ed infornare per 45 minuti o fino a quando, inserendo uno stecchino al centro della torta, questo uscira’ asciutto.

Far raffreddare sopra una graticola.

DSC00306

 

Truffle Filling:

  • 120 gr cioccolato fondente, sciolto
  • 100 gr burro morbido
  • 300 gr zucchero a velo
  • 4 cucchiai di panna fresca

Far sciolgiere a bagnomaria il cioccolato. aggiungervi lo zucchero e il burro e mescolare bene.

 

Crema al burro all’arancia con qualche goccia di colorante rosa

 

E per i bimbi, ovviamente i mini cupcakes!!!!

DSC00316

This work is licensed under a Creative Commons license.

7 agosto 2013

Nella foresta dei sogni

 

Storybook glen – Agosto 03, 2013

 

Per chi guarda, insieme ai propri cuccioli, questo show per bambini, il titolo del post puo’ risvegliare incubi da paura! Ma, non preoccupatevi, sto parlando letteralmente della foresta dei sogni e delle favole che hanno costruito qui nei pressi di Aberdeen su una superficie di 20 acri. Praticamente, hanno ricreato alcune delle favole o delle rime piu’ famose, ed anche cartoni animati, in questo parco verdissimo, dove bimbi ed adulti possono far correre la loro immaginazione e rivivere le fiabe piu’ belle!

Ecco l’ingresso al parco Storybook Glen... prelude bene, vero? cosa ci aspetta dentro le mura del castello (dopo aver pagato il biglietto, ovviamente?)

 

 

DSC01039

Dopo aver avuto il permesso di entrata dalle guardie reali…

DSC01141

ci addentriamo nel magico parco e qui, un gentile gnomo ci indica le direzioni per le favole… noi invece  seguiamo il mio piccolo gn –ometto, che ha deciso di correre in ogni direzione possibile… senza meta precisa,

DSC01041

incantato principalmente da questi piccoli ponti “sospesi” nel verde

  DSC01043

… chissa’ come siamo arrivati in un prato “infestato” di funghi giganti con tigri …

 

DSC01048

e draghi giganti

DSC01049 

E guarda guarda chi si vede… il lupo e i tre porcellini… auf and puff e la tua casa crollera’…

DSC01052DSC01051

DSC01054

Eh si, purtroppo ci sono anche loro… i Teletubbies (e mi astengo da qualsisi commento)…

 

DSC01070

Ma infondo alla collina… old macDonald has a farm … EEIO!!!

 

DSC01074

con animali veri: polli, maialini, mucche e pecorelle (anche se, ci hanno informato all’ingresso, la pecorella era in cura dal vet per una zampetta fasciata)

 DSC01071

 

Non possono mancare di certo i trenini (niente Thomas o Chubbington), e c’era persino Noddy con le sue macchinine (ma stranamente il mio ciccio pasticcio, sebbene ossessionato da machcine e trenini, ha completamente snobbato entrambi!!!!)!

DSC01076

o il castello delle Fate

DSC01088 DSC01089 DSC01092

Ed ecco, dall’alto della torre delel fate, il magico mondo delle favole!

DSC01096

E, ancora non abbiamo finito il tour. ci torneremo di nuovo e chissa’ quale altra favola ricorderemo!

This work is licensed under a Creative Commons license.

5 agosto 2013

Mare… profumo di mare…

 

Uno dei piatti che ho inseguito per anni, mentre vivevo negli States, dopo averlo visto in tv e riviste, e’ stato sicuramente il clambake. Eppure non e’ difficile, e’ un semplicissimo piatto di verdure e pesci cotti al vapore… ma ha un suo fascino se fatto in modo giusto. Il clambake e’ tipico del New England, regione famosa per la freschezza e la qualita’ di pesci e crostacei e soprattutto aragoste.

Il metodo di cottura originario – ed e’ questa la parte che mi ha tanto colpita – e’ la cottura a vapore in un buco scavato nella sabbia, usando le pietre come veicolo di calore e le alghe per coprire il tutto, alternado pesce freschissimo, per lo piu’ molluschi ed aragoste o gamberi con spighe di mais, patate novelle, carote e a volte persino la chorizo. Di solito, si copre il tutto con sacchi di juta bagnati in acqua marina, in modo da permettere una cottura ottimale. Ci vogliono diverse ore prima che il tutto sia cotto, ma dopo… e’ uno spettacolo per gli occhi e il palato!!!

La versione che propongo, presa dalla rivista di Martha Stewart, e’ un’ottima alternativa da fare a casa sui fornelli, ma si puo’ fare – sempre  usando una pentola profonda (io ho usato la pentola per la pasta con tanto di cestello scolapasta) – anche al campeggio o al mare (se c’e’ il permesso per accendere i fuochi).

Il segreto per il successo di questo piatto e’ aggiungere gli ingredienti nell’ordine preciso, da quelli che cuociono piu’ a lungo a quelli con la cottura piu’ breve.  Le alghe sono facoltative, ma se le trovate, sicuramente aggiungerando piu’  “sapore di mare” al tutto.

Come dose di ingredienti vi riporto la versione originale della ricetta, che serve  8 persone. Ma mi sono regolata a modo mio e non ho usato aragoste vive, perche’ non ho il coraggio di ucciderle, quindi ho preso le code di aragoste (una a testa). Tra l’altro, ho dimenticato di mettere la salsiccia spagnola, ma non e’ ho sentito la mancanza!

Secondo la tradizione, quando cotte, andrebbero servite su una tavolata ricoperta di fogli di giornale, senza posate, ne’ piatti, cosicche’ alal fine, tutti gli avanzi vanno “incartati” nei fogli di giornali e gettati via, senza sporcare null’altro!

 

STOVE-TOP CLAMBAKE (New England – Usa)

DSC00481

Ingredienti x 8:

  • 2-3 cipolle medie, tagliate in quarti
  • 6 spicchi di aglio
  • 1 bottiglia di birra
  • 1 tazza di acqua
  • alghe fresche (facoltative)
  • 700 gr patatine novelle
  • 450 gr di salsiccia secca, chorizo, affettata
  • sale grosso
  • 3 aragoste (io ho usato 1 coda di aragosta a persona)
  • 36 littleneck clams/ vongole
  • 4 spighe di mais,
  • 1 kg cozze
  • 700 gr gamberi non sgusciati
  • 2 cucchiai burro (optional)
  • 2 limoni, tagliati a spicchi

 

Mattere le cipolle, l’aglio, acqua e birra nella pentola. Coprire con le alghe – se le usate – o aggiungete il cestello per scolare sopra lo strato di liquidi e cipolla.

DSC00473

Nel basket mettete le patate intere, la salsiccia (se la usate) e 1 cucchiaio di sale. Portate a bollore, cprendo con un coperchio.

DSC00474

Aggiungete le code di aragoste ( o le aragoste), fate cuocere per 15 minuti (se usate le aragoste); io ho cotto per 5 minuti le code di aragosta.

DSC00475

Aggiugnete le vongole e il mais. cuocete per altri 5 minuti.

DSC00476

Create un altro strato con le cozze e i gamberi e fate cuocere altri 5-6 minuti.

DSC00477

A questo punto tutti gli ingredienti dovrebbero essere cotti. Rimuovete con cura dal cestello, metteteli in una ciotlo ben larga. Filtrate il liquido che si e’ formato sul  fondo della pentola ed fatevi amalgamare un cucchiaio di burro, volendo. Versate sul piatto con i crostacei e servite con fette di limone.

DSC00484

This work is licensed under a Creative Commons license.

1 agosto 2013

Joy and tears

 

6 GIUGNO 2013 : ULTIMO GIORNO DI PRESCHOOL

Piove… no news here … ma e’ una buona occasione per me per dedicarmi al blog e postare qualche ricetta eseguita in questi ultimi mesi e non ancora pubblicata.

Stranamente, le mie ultime creazioni sono tutte dolci: ho avuto modo di fare diverse torte per persone speciali e soprattutto per il mio bimbo per i suoi eventi scolastici. Non solo mi sono divertita a creare i dolcetti in tema per ogni evento, ma sono quelli che mi hanno dato piu’ soddisfazione, perche’ il sorriso del mio bimbo e dei suoi compagni … is priceless!!!!

In particolare, la torta preparata per la fine dell’anno scolastico (il primo anno di scuola del mio babyyyyy… lacrimuccia!) e’ quella a cui sono legata di piu’ sentimentalmente: e’ nata per sbaglio, perche’ – come al solito – avevo in mente un altro soggetto… Il mio problema e’ che non riesco a seguire le istruzioni, neppure le mie !!!! Alla fine, il risultato mi e’ piaciuto ancor piu’ della torta che avevo in mente inizialmente.

La torta – semplice torta al cioccolato con filling al cream cheese and oreo – vuole rappresentare l’intera classe (con i nomi dei bimbi disegnati sul fondant) e le attivita’ che hanno fatto durante l’anno (pittura con le mani, lego, storytime etc)

 

 DSC00360

DSC00357

DSC00359  

Ed ecco tutti i pargoletti… aspettando la torta!!!! How cute are they, and unusually quiet!!!!

 

DSC00363

 Actually, per loro ho hatto i mini cupcakes, stesso gusto della torta

DSC00354

Ingredienti:

mmf

hershey’s chocolate cake

cream cheese frosting con l’aggiunta di oreo sbriciolati

This work is licensed under a Creative Commons license.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!