28 novembre 2013

Thanksgiving 2013 for two and half!

 

Dopo le grandi abbuffate dei passati Thanksgiving in Texas, quest’anno c’e’ stato un certo ridimensionamento, sia nel numero degli ospiti – giusto noi mio marito, io ed il bimbo – sia nelle portate!!! Ho voluto comunque rispettare la tradizione con ingredienti e piatti tipici della festa del ringraziamento, preparando le ricette che non ho mai fatto mancare sulla nostra tavola, seppure abbia sempre applicato un twist alle ricette classiche!!!!!

Certo un notevole cambio l’ho dovuto fare: un tacchino per tre mi sembrava esagerato (lo avremmo mangiato fino al prossimo Thanksgiving!!!), per cui ho optato per un arrosto di maiale, provando una ricetta di Nigella, intrigata dal fatto che la carne dovesse essere marinata nella tahini; purtroppo, per quanto abbia aggiunto alcuni ingredienti, sono rimasta delusa, perche’ non si sentiva per niente la marinatura, anche dopo essere stata per tutta la notte in “ammollo”. Ottima pero’ la riuscita della cottura del maiale, molto tenero e cotto al punto giusto, con i crackling croccantissimi.

Obbligatorie per me le patate dolci, che adoro cotte in ogni modo possibile (vedi le graffe, cheesecake), e la casserole di fagiolini. Questa merita una nota a parte: la ricetta tradizionale prevede fagiolini in scatola, cipolle fritte in scatola (tipo patatite unte) e 1 lattina di crema di funghi concentrata… la peggiore combinazione di “mushy and slimy ingredients”!!!!! Se, invece, fatta con ingredienti freschi e “by scratch” e’ una dei piatti piu’ buoni della tradizione americana. E chi meglio della Pioneer Woman poteva ispirarmi con la sua ricetta per la green bean casserole? Ovviamente la sua ricetta sfama un intero ranch, io ne ho fatto meta’ dose.

E per dessert… pie!!! niente pecan pie, troppo dolce, niente pumpkin pie, non mi piace la zucca con lo zucchero… quindi apple pie in a jar!!!!

 

Slow roasted pork belly in tahini with twice baked sweet potatoes and green beans casserole

 

DSC01747

Slow roasted pork belly

Ripeto questa ricetta di Nigella, per quanto il risultato finale sia stato soddisfacente, manca di quel sapore forte della tahini. Comunque, gia’ leggendo la ricetta, ho aggiunto degli altri ingredienti, perche’ mi sembrava che mancasse di qualcosa. vi trascrivo la ricetta di Nigella, alal quale ho aggiunto solo extra salsa di soia, dell’aglio tritato e del succo e scorza di arancia.

  • 1.75 kg pork belly (con la pelle incisa)
  • 4 cucchiai di tahini
  • 4 cucchiai di soy sauce
  • succo di 1 limone
  • succo di 1 lime

Mettere 

Mescola tutti gli ingredienti e versarli in una teglia dai bordi bassi. Appoggiarvi il pezzo di arrosto, con la parte della pelle rivolta verso l’alto, facendo in modo che la pelle resti asciutta. Coprire e far marinare tuttala notte. Cacciarlo dal frigo mezz’ora prima di cuocerlo.

Accendere il forno a 150 C. Prendere una teglia pulita, ricoprirla di carta alluminio e metterci il pezzo di arrosto. Far cuocere per 3 1/2 ore, poi aumentare la tempertaura del forno a 250 C per un’altra mezz’ora, per permettere alla pelle di diventare croccante.

 

 

Green Bean Casserole

Servings: 8

 

Ingredients
  • 1 kg fagiolini,  
  • 4 fette di bacon/pancetta, tagliata a dadini
  • 3 spicchi di aglio, tritati
  • 1/2 cipolla, affettata finemente
  • 4 cucchiai di burro
  • 4 cucchiai di farina
  • 3 tazze di latte (circa 700 ml)
  • sale e pepe a piacere
  • 225 gr di Sharp Cheddar, grattuggiato
  • 1Panko o pangrattato, q.b.
 

Rimuovete le estremita’ ai fagiolini (se volete, potete anche tagliarli a meta’) e scottateli in acqua che bolle, leggermente salata, per 3-4 minuti. Scolateli e raffreddateli immediatamente in acqua fredda. Poi scolateli ben bene e teneteli da parte

Soffriggete il bacon in una padella ben calda e cuocete per due minuti. Versatevi la cipolla e l’aglio e cuocete per altri 3-5 minuti, fino a che il bacon e’ cotto ma non croccante e le cipolle sono caramellate. Togliete dal fuoco e tenete da parte.

Preparate la bechamella: sciogliete il burro in una pentola, versatevi la farina e mescolate per eviare grumi. cuocete la farina per 1-2 minuti, poi versate il latte e cuocete finche’ la salsa si addensa. Aggiustate di sale e pepe (io ho oaggiunto anche la noce moscata) e versatevi il formaggio, in modo che si sciolga bene bene. Togliete dal fuoco e aggiugnetevi il baco, e la cipolla cotta e i fagiolini che avevate messo da parte. Versate tutto in una teglia da forno e distribuitevi sopra il panko.

Infornate a 180 C per 30 minuti o finche’ la salsa e’ “bubbly” e il panko e’ ben dorato.

DSC01748

 

Twice baked sweet potatoes

Dopo aver cotto completamente le patate intere nel forno, tagliarle a meta’ e scavarle delicatamente, cercando di lasciare la scorza intatta. Prendete la polpa che avete ottenuto, passatela attraverso la schiacciapatate, poi ammorbiditela con un po’ di latte e burro – come se facesse un pure’ – e insaporitela con sale, pepe e noce moscata. Aggiungete a piacere del formaggio fondente (io ho usato lo stesso cheddar della ricetta dei fagiolini). Ripassate in forno per 10-15 minuti e servite calde.

 

Nota: io ho cotto le patate intere, durante la cottura del maiale: prima a bassa temperatura le ho fatte cuocere del tutto. Poi, dopo averle preparate, le ho rimesse nel forno quando ho rialzato la temperatura del forno per finire il maiale. E, in contemporanea ho cotto anche i fagiolini (anche se ho ridotto il tempo di cottura, perche’ la temperatura era molto piu’ alta di quella prevista).

 

E dove e’ finito l’apple pie?

DSC01752

This work is licensed under a Creative Commons license.

16 novembre 2013

Grab a fork and have some cake

 

Alzi la mano che non viene preso da una voglia improvvisa di torta al cioccolato, ma non vuole spendere troppo tempo nel farla? Purtroppo, e sottolineo purtroppo, ho scovato una ricetta in rete veloce e buonissima! Non per niente si chiama… fasted fudge cake! Per aver il miglior risultato, bisogna mescolarla con un cucchiaio di legno, a mano, piuttosto che usare le fruste elettriche, per non alterare la consistenza finale della torta, che e’ una via di mezzo tra un brownie e un ciambellone! Si ricopre semplicemente di ganache al cioccolato o, volendo, panna montata o crema al burro. Perfetta anche per essere ricoperta in mmf.

 

FASTEST FUDGE CAKE

DSC00335

 

Adapted from here

Ingredienti: 

  • 4-1/2 oz. (1 cup) farina
  • 1 oz. (1/4 cup + 2 tablespoons) cacao amaro
  • 1/2 tsp. bicarbonato di soda
  • 1/4 tsp. sale
  • 4 oz. (1/2 cup) burro, sciolto
  • 1-1/4 tazze zucchero melassato
  • 2 uova
  • 1 tsp. estratto di vaniglia
  • 1/2 cup acqua calda (io ho usato caffe’ lungo )

Topping:

  • 1 cup warm Ganache:
    • 8 oz. cioccolato fondente tritato (225 gr)
    • 1 cup panna fresca; more as needed (225 ml)

Preriscaldare il forno a 170 C.

Mescolare in una ciotola farina, cacao, bicarbonato di soda e sale, facendo in modo da eliminare eventuali grumi. A parte, con un cucchiaio di legno, mescolare il burro fuso con lo zucchero, aggiungere le uova e l’estrattodi vaniglia ed amalgamare bene. Aggiungere in una volta la farina e mescolare giusto il tempo di combinare il tutto.

Versare in una tortiera imburrata ed infarinata e ricoperta di carta da forno. Infornare e far cuocere per circa 30 minuti o finche’, inserendo uno stuzzicadente al centro della torta, questo ne uscira’ asciutto. Fate raffreddare per 10 minuti prima di rimuovere dalla teglia. Far raffreddare completamente prima di ricoprire con ganache. Far raffreddare un,ora prima di servire, il tempo di far rassodare la ganache.

 

Ganache:

Portare a bollire la panna, versarla sul cioccolato spezzettato e lasciar riposare per 5 minuti, prima di mescolare gentilemnte facendo sciogliere per bene il cioccolato.

 

DSC00336

 

 

E, se vi va di far diventare una semplice torta al cioccolato in qualcosa di piu’ elegante… basta una sac-poche e tip # M1, crema al burro quanto basta e voila’:

 

DSC00349

This work is licensed under a Creative Commons license.

15 novembre 2013

Blog sweet blog!

 

Ho appena realizzato che manco da un bel pezzo dal blog, ma devo ammettere che il trasloco si e’ fatto sentire dopo un po’. Infatti, dopo l’eccitamento iniziale  per tutte le novita’, adattarsi ha richiesto il suo tempo e i continui viaggi in Italia non l’hanno erso certo facile. Ora, finalemnte siamo tutti entrati nel nuovo ritmo e i fornelli si riacendono con nuovo entusiamo!!!

Ed anche se potrei pubblicare alcune ricette locali che ho sperimentato, voglio ricominicare dalla cucina che mi manca di piu’: la cucina thailandese!!!! E, ieri, appunto, approfittando della compagnia di due mie nuove amiche Kelly e Luisa, ho messo su un vero e proprio banchetto thailandese, dallo starter al dessert!

Per cominciare ho preparato i fresh spring rolls with peanut sauce; seguiti da una profumatissima zuppa pollo con riso bianco e, per concludere, una mia interpretazione fusion di dolce “thailandese”, ovvero un pudding alle banane e latte di cocco, preparato usando il latte di cocco (ingrediente chiave nella cucina thailandese) al posto del latte vaccino.

Ma cominciano dal mezzo: tom gha kai, una delle mie ricette favorite in assoluto, che letteralmente significa zuppa di pollo e galangal. Il galangal, difficilemente reperibile da queste parti, lo si puo’ sostituire con zenzero fresco, perche’ appartengono alla stessa famiglia, anche se il galangal ha una profumazione piu’ accentuata ed e’ quella che da’ l’aroma alla zuppa (ma chi si accontenta gode!!! il risultato e’ molto ma molto simile ). La zuppa puo’ essere servita come antipasto o come piatto completo aggiungendo noodles o riso al vapore.

 

TOM GHA KAI (THAILAND)

IMG_1589

Ingredienti per 4:

500 ml brodo di pollo

4-5 foglie di kaffir lime (im mancanza folglie di limone e basilico)

2 bastoncini di lemongrass, leggermente pestate

1 pezzo di galangal o zenzero fresco, pelato e affettato fine

400 gr di funghi di paglia (straw mushroom) –> ho usato 200 gr di baby champignon + 200 gr di funghi oyster/pleurotus)

1 lattina di latte di cocco (quello con la crema)

1 peperoncino rosso piccante (o piu’ volendo)

250 gr di sovraccosce dissossate di pollo, tagliato a dadini

il succo di 1 lime

2 cucchiai di fish sauce

4-6 cipollotti, solo il gambo tritato finemente

1 manciata di coriandolo fresco, non tritato

 

Portate a bollore il brodo  con i funghi, le foglie di kaffir lime, il lemongrass e lo zenzero. Appena inizia a bollire, aggiungete il latte di cocco, il peperoncino e il pollo. abbassate subito il fuoco al minimo e fate cuocere il pollo. Se tagliate il pollo a pezzettini, ci vorranno pochi minuti.

Appena sara’ cotto, aromatizzate con la fish sauce, il succo di lime e le erbe fresche. Servite subito con riso in bianco.

 

IMG_1590

STEAMED RICE:

2 tazze di riso jasmine

2 1/4  tazze di acqua

Sciacquate il riso in un colino finche’ l’acqua sara’ limpida. Scolate bene, versate il riso in un pentolino, coprite con l’acqua e portate a bollore. Appena bolle, riducete la fiamma al minimo, coprite col coperchio e fate cuocere per 15-20 minuti senza girare. Controllate dopo 15 minuti per controllare se c’e’ acqua; quando il riso avra’ assorbito tutta l’acqua e’ pronto.

 

Nota: gli aromatici – lemongrass, zenzero, kaffir lime, servono solo epr profumare la zuppa, non vanno mangiati, volendo potete racchiuderli in un sacchetto di garza da rimuovere prima di servire.

Curiosita’:  la cucina thailandese puo’ essere definita dalle quattro S: sour (amaro), spicy (piccante), sweet (dolce) and salty (salata). Ecco perche’ bisogna saper bilanciare i vari ingredienti che si usano, il succo di lime (sour), il peperoncino (spicy), la fish sauce (salty) e il latte di cocco (sweet), assaggiando finche’ non si riscontra armonia al palato!

****

Per gli spring roll, sebbene abbia una ricetta fusion, risalente al primo anno del blog –WOW!!! – provvedero’ a mettere la ricetta in un post a parte.

 

IMG_1586

SUMMER ROLLS WITH PEANUT SAUCE

Per la ricetta del dolce vi rimando ad una mia vecchia ricetta, dove – ripeto – l’unica sostituzione e’ stato il tipo di latte e non ho usato biscotti.

IMG_1593

BANANA PUDDING WITH COCONUT MILK AND CINNAMON

This work is licensed under a Creative Commons license.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!