28 novembre 2013

Thanksgiving 2013 for two and half!

 

Dopo le grandi abbuffate dei passati Thanksgiving in Texas, quest’anno c’e’ stato un certo ridimensionamento, sia nel numero degli ospiti – giusto noi mio marito, io ed il bimbo – sia nelle portate!!! Ho voluto comunque rispettare la tradizione con ingredienti e piatti tipici della festa del ringraziamento, preparando le ricette che non ho mai fatto mancare sulla nostra tavola, seppure abbia sempre applicato un twist alle ricette classiche!!!!!

Certo un notevole cambio l’ho dovuto fare: un tacchino per tre mi sembrava esagerato (lo avremmo mangiato fino al prossimo Thanksgiving!!!), per cui ho optato per un arrosto di maiale, provando una ricetta di Nigella, intrigata dal fatto che la carne dovesse essere marinata nella tahini; purtroppo, per quanto abbia aggiunto alcuni ingredienti, sono rimasta delusa, perche’ non si sentiva per niente la marinatura, anche dopo essere stata per tutta la notte in “ammollo”. Ottima pero’ la riuscita della cottura del maiale, molto tenero e cotto al punto giusto, con i crackling croccantissimi.

Obbligatorie per me le patate dolci, che adoro cotte in ogni modo possibile (vedi le graffe, cheesecake), e la casserole di fagiolini. Questa merita una nota a parte: la ricetta tradizionale prevede fagiolini in scatola, cipolle fritte in scatola (tipo patatite unte) e 1 lattina di crema di funghi concentrata… la peggiore combinazione di “mushy and slimy ingredients”!!!!! Se, invece, fatta con ingredienti freschi e “by scratch” e’ una dei piatti piu’ buoni della tradizione americana. E chi meglio della Pioneer Woman poteva ispirarmi con la sua ricetta per la green bean casserole? Ovviamente la sua ricetta sfama un intero ranch, io ne ho fatto meta’ dose.

E per dessert… pie!!! niente pecan pie, troppo dolce, niente pumpkin pie, non mi piace la zucca con lo zucchero… quindi apple pie in a jar!!!!

 

Slow roasted pork belly in tahini with twice baked sweet potatoes and green beans casserole

 

DSC01747

Slow roasted pork belly

Ripeto questa ricetta di Nigella, per quanto il risultato finale sia stato soddisfacente, manca di quel sapore forte della tahini. Comunque, gia’ leggendo la ricetta, ho aggiunto degli altri ingredienti, perche’ mi sembrava che mancasse di qualcosa. vi trascrivo la ricetta di Nigella, alal quale ho aggiunto solo extra salsa di soia, dell’aglio tritato e del succo e scorza di arancia.

  • 1.75 kg pork belly (con la pelle incisa)
  • 4 cucchiai di tahini
  • 4 cucchiai di soy sauce
  • succo di 1 limone
  • succo di 1 lime

Mettere 

Mescola tutti gli ingredienti e versarli in una teglia dai bordi bassi. Appoggiarvi il pezzo di arrosto, con la parte della pelle rivolta verso l’alto, facendo in modo che la pelle resti asciutta. Coprire e far marinare tuttala notte. Cacciarlo dal frigo mezz’ora prima di cuocerlo.

Accendere il forno a 150 C. Prendere una teglia pulita, ricoprirla di carta alluminio e metterci il pezzo di arrosto. Far cuocere per 3 1/2 ore, poi aumentare la tempertaura del forno a 250 C per un’altra mezz’ora, per permettere alla pelle di diventare croccante.

 

 

Green Bean Casserole

Servings: 8

 

Ingredients
  • 1 kg fagiolini,  
  • 4 fette di bacon/pancetta, tagliata a dadini
  • 3 spicchi di aglio, tritati
  • 1/2 cipolla, affettata finemente
  • 4 cucchiai di burro
  • 4 cucchiai di farina
  • 3 tazze di latte (circa 700 ml)
  • sale e pepe a piacere
  • 225 gr di Sharp Cheddar, grattuggiato
  • 1Panko o pangrattato, q.b.
 

Rimuovete le estremita’ ai fagiolini (se volete, potete anche tagliarli a meta’) e scottateli in acqua che bolle, leggermente salata, per 3-4 minuti. Scolateli e raffreddateli immediatamente in acqua fredda. Poi scolateli ben bene e teneteli da parte

Soffriggete il bacon in una padella ben calda e cuocete per due minuti. Versatevi la cipolla e l’aglio e cuocete per altri 3-5 minuti, fino a che il bacon e’ cotto ma non croccante e le cipolle sono caramellate. Togliete dal fuoco e tenete da parte.

Preparate la bechamella: sciogliete il burro in una pentola, versatevi la farina e mescolate per eviare grumi. cuocete la farina per 1-2 minuti, poi versate il latte e cuocete finche’ la salsa si addensa. Aggiustate di sale e pepe (io ho oaggiunto anche la noce moscata) e versatevi il formaggio, in modo che si sciolga bene bene. Togliete dal fuoco e aggiugnetevi il baco, e la cipolla cotta e i fagiolini che avevate messo da parte. Versate tutto in una teglia da forno e distribuitevi sopra il panko.

Infornate a 180 C per 30 minuti o finche’ la salsa e’ “bubbly” e il panko e’ ben dorato.

DSC01748

 

Twice baked sweet potatoes

Dopo aver cotto completamente le patate intere nel forno, tagliarle a meta’ e scavarle delicatamente, cercando di lasciare la scorza intatta. Prendete la polpa che avete ottenuto, passatela attraverso la schiacciapatate, poi ammorbiditela con un po’ di latte e burro – come se facesse un pure’ – e insaporitela con sale, pepe e noce moscata. Aggiungete a piacere del formaggio fondente (io ho usato lo stesso cheddar della ricetta dei fagiolini). Ripassate in forno per 10-15 minuti e servite calde.

 

Nota: io ho cotto le patate intere, durante la cottura del maiale: prima a bassa temperatura le ho fatte cuocere del tutto. Poi, dopo averle preparate, le ho rimesse nel forno quando ho rialzato la temperatura del forno per finire il maiale. E, in contemporanea ho cotto anche i fagiolini (anche se ho ridotto il tempo di cottura, perche’ la temperatura era molto piu’ alta di quella prevista).

 

E dove e’ finito l’apple pie?

DSC01752

This work is licensed under a Creative Commons license.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

That's us!